Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 07 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Operazione Dioscuri, il plauso di Poma e Durante - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

2

7

0

Testo

Stampa

Politica
Trapani

Operazione Dioscuri, il plauso di Poma e Durante

03 Novembre 2009 21:35, di Niki Mazara
Operazione Dioscuri, il plauso di Poma e Durante
Politica
visite 322

Trapani, 3 novembre 2009- Il Presidente Giuseppe Poma, a nome di tutti i gruppi politici del Consiglio Provinciale di Trapani, esprime il convinto plauso per la nuova operazione antimafia denominata “Dioscuri” che ha consentito la notte scorsa ad Alcamo l’individuazione e l’arresto di diversi soggetti, comprese due donne, responsabili di intrecci malavitosi a diversi livelli finalizzati, tra l’altro, alla perpetrazione dei reati di associazione mafiosa, estorsione e incendio plurimi, danneggiamento, detenzione illegale di armi ed esplosivi, ricettazione.Avverto l’esigenza ma anche la soddisfazione, sia da semplice cittadino che da rappresentante delle Istituzioni, - scrive il Presidente Poma nella nota trasmessa al Questore di Trapani, Giuseppe Gualtieri - di esprimere alla S.V. vivo apprezzamento per il positivo esito della brillante operazione antimafia “Dioscuri”, condotta dalla Squadra Mobile di Trapani, diretta dal Dott. Giuseppe Linares, in collaborazione con i colleghi del Commissariato della Polizia di Stato di Alcamo e coordinata dai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo: Antonella Consiglio (GIP), Teresa Principato (Procuratore aggiunto), Paolo Guido e Carlo Marzella (PM).La suddetta operazione, infatti, ha consentito di sgominare i nuovi vertici del mandamento mafioso di Alcamo che, a quanto è dato sapere, era strettamente legato al boss latitante Matteo Messina Denaro ormai indicato quale capo o principale punto di riferimento di tutti i clan mafiosi siciliani. Inoltre, la esemplare professionalità e la grandissima capacità investigativa ormai raggiunta dagli agenti della Polizia di Stato e dai loro Dirigenti hanno consentito di acclarare anche che la gestione ai più alti livelli degli affari criminali e mafiosa viene ormai condotta anche dalle donne facenti parte dei nuclei familiari coinvolti e che invece, negli anni passati, si limitavano a svolgere il semplice ruolo di appoggio logistico.La prego pertanto, Sig. Questore, - conclude il Presidente Poma - di gradire e di farsi ancora latore della nostra più sentita gratitudine per l’importantissimo ed efficacissimo lavoro instancabilmente svolto dalla Polizia di Stato pur fra le tante note difficoltà di ordine finanziario ed operativo.Sull'operazione interviene anche Davide Durante, presidente Confindustria Trapani.“Un plauso alle Forze dell’Ordine ed alla Magistratura per l’operazione che ha portato all’arresto di una decina di persone che gestivano il racket delle estorsioni nel territorio alcamese.Un ringraziamento al Capo della Mobile Linares che, assieme ai Colleghi del Commissariato di Alcamo e dopo una lunga serie di indagini, ha raggiunto questo importante risultato.Lungo l’elenco delle imprese che erano costrette a pagare il pizzo. Risulta, comunque, chiaro ed evidente che subire un ricatto mafioso crea un danno enorme all’impresa e costringe l’imprenditore ad operare scelte che in nessun caso possono definirsi legalmente, moralmente ed eticamente corrette.Denunciare, quindi, rimane l’unica strada percorribile; non ci sono alternative, oggi più che mai, perché forte è il sostegno dello Stato e, non meno importante, della società civile. Confindustria Trapani è presente con le proprie aziende in tutto il territorio provinciale ed esprime attraverso il vicepresidente Paolo Salerno la presidenza dell’Associazione Antiracket ed Antiusura - Trapani. A prescindere, comunque, dai ruoli ricoperti diamo la massima disponibilità ed assicuriamo la massima discrezione a tutti coloro che volessero rivolgersi alle Forze dell’Ordine utilizzando i canali associativi”.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings