Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 25 Maggio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Operazione Igea: truffe all'Inps, due arresti per false invalidità civili - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Cronaca

Operazione Igea: truffe all'Inps, due arresti per false invalidità civili

14 Gennaio 2020 08:28, di Redazione
Operazione Igea: truffe all'Inps, due arresti per false invalidità civili
Cronaca
visite 3586

La Guardia di finanza di Palermo ha arrestato stamane due persone e sequestrato 100 mila euro. I reati contestati sono: concorso in truffa ai danni dello Stato, truffa aggravata per il conseguimento di contributi pubblici, falsità ideologica, traffico di influenze illecite.Le fiamme gialle nel corso delle indagini, hanno scoperto truffe sistematiche ai danni dell'istituto di previdenza a vantaggio di numerose persone che, in cambio di cospicue somme di denaro, hanno ottenuto indennità previdenziali o assistenziali. Nel corso dell'operazione "Igea"  stamane Guardia di Finanza ha arrestato, un 57enne di Terrasini e un 49enne di Camporeale, in provincia di Palermo. 
I due - uno  a capo dell'intero sistema, l'altro suo principale collaboratore - si servivano di una fitta schiera di 'procacciatori di pazienti' e complici che, a vario titolo, avevano un ruolo nell'organizzazione.  Identificati e denunciati numerosi soggetti tra dipendenti pubblici, medici generici e specialisti, componenti delle commissioni mediche Asp, oltre a responsabili di Caf.
Ai procacciatori di clienti spettava il compito di trovare, tra coloro che sembravano più bisognosi e disponibili a chiedere un aiuto, le persone disposte a partecipare alla truffa. Una volta individuati, i soggetti venivano indirizzati verso i medici compiacenti che firmavano i certificati con le false patologie per richiedere le indennità.
Gli investigatori hanno scoperto che gli stessi medici, in alcuni casi, attestavano formalmente l'intrasportabilità dei soggetti in modo da evitare la visita collegiale e ottenere la visita a domicilio, dove 'preparavano' i falsi invalidi sui comportamenti da tenere nella visita di controllo. Una volta che tutto l'iter si era concluso e il falso invalido aveva ottenuto i benefici previsti dalla legge, l'organizzazione andava all'incasso con un tariffario prestabilito: generalmente un anno di indennita', pari agli arretrati erogati dall'Inps. Con lo stesso provvedimento d'arresto, il gip ha disposto anche il sequestro di 100mi
 
 
 
 
 
 
 

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings