Trapani Oggi

Parco Agrisolare: incentivi per il fotovoltaico e sostegno ai giovani agricoltori - Trapani Oggi

Attualità

Parco Agrisolare: incentivi per il fotovoltaico e sostegno ai giovani agricoltori

01 Aprile 2022 09:18, di Redazione
visite 2018

E' prevista anche la riqualificazione delle strutture oggetto di intervento mediante la rimozione dell'eternit/amianto

Il bando “Parco Agrisolare” previsto dal PNRR, ha l’obiettivo di incentivare l’installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti di edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale - senza consumo di suolo - pari a 4,3 milioni di mq, realizzando contestualmente una riqualificazione delle strutture oggetto di intervento mediante la rimozione dell'eternit/amianto sui tetti, ove presente, e/o il miglioramento della coibentazione e dell’areazione delle coperture oggetto di intervento.

Chi ne beneficerĂ ?
- Imprenditori Agricoli Professionali (IAP), di cui al D.lgs. n. 99/2004 e D.lgs. 101/2005
- Coltivatori Diretti (CD) iscritti alla previdenza agricoli
- Imprese Agroindustriali (codice ATECO).

Agli interventi realizzati verrà riconosciuto un incentivo in conto capitale fino al 65% della spesa massima ammessa, con un incremento del 25% per l’imprenditoria giovanile. Per il finanziamento verranno definite delle graduatorie secondo una serie di criteri, che valorizzano il profilo del giovane imprenditore agricolo under 40.

Quali sono i benefici?
1) Installazione di pannelli solari sugli edifici agro-zootecnici, senza consumare nuovo suolo e riqualificando le strutture produttive
2) Rimozione dell'eternit e dell'amianto dai tetti
3) Coibentazione e areazione delle stalle, con miglioramento del benessere animale

Agevolazione
Contributo a fondo perduto fino al 65% della spesa massima ammessa. Incremento del 25% per l’imprenditoria giovanile. La spesa massima ammissibile è pari a € 250.000,00 IVA esclusa.

Interventi ammissibili
Sono ammessi interventi che prevedano la realizzazione di impianti fotovoltaici di potenza non inferiore a 10 kWp (Kilowatt Picco) e con potenza massima ammessa all'incentivo pari a 300 kWp (Kilowatt Picco). Gli interventi ammessi all’agevolazione, da realizzare sui tetti di fabbricati strumentali all’attività agricola, zootecnica e agroindustriale, accatastati nel catasto dei fabbricati, prevedono:
- l'acquisto e la posa in opera di pannelli fotovoltaici, unitamente all’esecuzione di uno o più dei seguenti interventi:
- rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti;
- realizzazione dell’isolamento termico dei tetti;
- realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria).

Come compilare il Bando?
Per assistenza e sviluppo del progetto imprenditoriale puoi richiedere una consulenza gratuita contattando Selema Bonifiche Ambientali di Alcamo (Iscritta all’Albo Nazionale Gestori Ambientali) scrivendo a selemasas@gmail.com, oppure visitando la pagina web www.selemaambiente.com.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie