Trapani Oggi

Peppe Pellegrino interviene sulle bruciature delle stoppie - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Peppe Pellegrino interviene sulle bruciature delle stoppie

15 Luglio 2014 10:10, di Niki Mazzara
visite 1227

In relazione alle ordinanze di alcuni sindaci in merito alla bruciatura di stoppie e residui vegetali, il presidente dell’ Ordine degli agronomi dotto...

In relazione alle ordinanze di alcuni sindaci in merito alla bruciatura di stoppie e residui vegetali, il presidente dell’ Ordine degli agronomi dottor Giuseppe Pellegrino sottolinea come a seguito del decreto legge del 24 giugno 2014 n. 91 essa non è più reato. Infatti il provvedimento legislativo “risolve il problema della bruciatura delle stoppie e dei residui vegetali che ha creato tanti problemi negli ultimi anni in quanto considerati rifiuti speciali. Il comma 8 dell’art. 14 del decreto legge modifica l’articolo 256 – bis del decreto legislativo 152/2006 ( “Codice Ambientale”) relativo alla combustione illecita di rifiuti, prevedendo che tali disposizioni “ non si applicano al materiale agricolo e forestale derivante da sfalci, potatura o ripuliture in loco nel caso di combustione in loco delle stesse. Di tale materiale è consentita la combustione in piccoli cumuli e in quantità giornaliere non superiori a tre metri steri per ettaro nelle aree, periodi e orari individuati con apposita ordinanza del Sindaco competente per territorio. Nei periodi di massimo rischio per gli incendi boschivi, dichiarati dalle regioni, la combustione di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata.” Da qui la richiesta ai Sindaci della Provincia di Trapani di “provvedere alla emissione immediata della Ordinanza” e, alla Federazione Regionale ed al Consiglio Nazionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di farsi parte attiva nei confronti dell’ANCI Sicilia e dell’ANCI Nazionale per la immediata emanazione delle ordinanze sindacali richiesti dal decreto.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie