Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 01 Dicembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

"Piazza a pagamento" per manifestazione pro terremotati, le precisazioni del sindaco - Trapani Oggi

0 Commenti

3

2

0

2

3

Testo

Stampa

Politica
Trapani

"Piazza a pagamento" per manifestazione pro terremotati, le precisazioni del sindaco

02 Settembre 2016 10:59, di Niki Mazara
"Piazza a pagamento" per manifestazione pro terremotati, le precisazioni del sindaco
Politica
visite 425

Dopo la notizia - diffusa anche in un nostro articolo - che, in occasione della manifestazione per la raccolta fondi pro terremotati, l'amministrazione comunale ha fatto pagare agli organizzatori l'occupazione del suolo pubblico, giunge una nota di precisazione del sindaco Vito Damiano che pubblichiamo integralmente. "La richiesta di occupazione del suolo pubblico, presentata agli uffici comunali da un semplice cittadino solo qualche giorno prima dell'evento - scrive il primo cittadino di Trapani - è stata trattata nel rispetto del regolamento TOSAP, presentato da questa Amministrazione al Consiglio comunale che lo ha approvato. In base alle tariffe stabilite nel regolamento, il richiedente ha pagato sette euro per l'occupazione di 20 metri quadrati di suolo pubblico, 5,50 euro per i diritti di istruzione della pratica, 25 euro per l'allacciamento al misuratore elettrico e le marche da bollo, per un totale di 69,50 euro". "Al richiedente - prosegue Damiano - è stato precisato che, ai sensi dell'art. 51 del citato regolamento, solo le ONLUS avrebbero potuto beneficiare dell'esenzione. Ora mi chiedo: ma con quale buon senso si può mettere in discussione una manifestazione di solidarietà, da TUTTI apprezzata, per discutere e soffermarsi prevalentemente sui falsi 100 euro? Perché non devono essere rispettate le regole? Forse nella ricostruzione del dopo terremoto non verranno rispettate le regole in nome della tragedia e della solidarietà? Quale rilevanza - conclude il primo cittadino di Trapani - può avere nel generale contesto l'avere richiesto il pagamento dovuto? Èridicolo! Appaiono, quindi, oltremodo strumentali e pretestuosi i commenti diffusi sul social network basati esclusivamente su notizie false e considerate veritiere anche da chi dovrebbe, invece, garantire oggettività e attendibilità dell'informazione pubblica".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings