Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 29 Marzo 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Presentata la mozione di sfiducia a Damiano del Pd - Trapani Oggi

0 Commenti

3

2

0

2

1

Testo

Stampa

Politica
Trapani

Presentata la mozione di sfiducia a Damiano del Pd

31 Maggio 2014 14:34, di Niki
Presentata la mozione di sfiducia a Damiano del Pd
Politica
visite 283

"Non possiamo limitarci a denunciare le inadempienze del sindaco Damiano. E' una storia che viene da lontano. Da parte nostra, anche dopo l'importante risultato elettorale delle Europee, c'è la volontà di essere protagonisti di una nuova fase. Vogliamo dettare la nostra linea politica, almeno vogliamo provarci". Assume tutta la sua valenza politica, quindi - nelle parole del segretario comunale Francesco Brillante - la mozione di sfiducia contro il sindaco Vito Damiano presentata stamane dal Partito Democratico. Brillante ha rimarcato che "non si tratta di posizioni personali e che il partito è sempre stato all'opposizione rispetto al sindaco. Noi non abbiamo cambiato idea soltanto una settimana dopo il suo insediamento". Il riferimento è alla presa di posizione del gruppo consiliare di Uniti per il Futuro e, in particolar modo alle dichiarazioni del capogruppo Mimmo Fazio che, ieri, hanno illustrato alla stampa i contenuti della loro mozione. Tuttavia il confronto con l'ex sindaco e le altre forze politiche rimane aperto: "Se dovessero servire due voti alla proposta di Fazio per passare non saranno certo i nostri a mancare - ha detto Brillante - ma è arrivato il momento di fare chiarezza ed ognuno deve assumersi le proprie responsabilità, non riducendo tutto agli ultimi due anni". La mozione del Pd sarà inviata a tutti gli altri gruppi consiliari. Smentite categoricamente, sia da Brillante che dal capogruppo Abbruscato, le illazioni circolate negli ultimi giorni riguardanti presunte trattative "segrete" con Fazio, sia a livello cittadino che regionale. Il capogruppo del Pd in Consiglio comunale commenta: "Non si può ridurre la sfiducia ad un mero atto tecnico. Nel primo anno di amministrazione Damiano siamo stati propositivi perché sapevamo che il Comune era in difficoltà e che qualsiasi sindaco, anche uno nostro, avrebbe avuto problemi. C'erano il Patto di stabilità sforato ed entrate ridotte dai minori conferimenti di Stato e Regione. Ma Damiano, in seguito, non ha corretto la rotta". Abbruscato ha lamentato anche la mancanza di chiarezza dell'amministrazione: "Per avere le carte, ogni volta, è un problema. Ecco perché le commissioni d'indagine sulla Trapani Servizi e sul Luglio Musicale sono strumenti utili per poter comprendere come vengono amministrati gli enti in questione". "Non è credibile - si legge in un passaggio del documento - pensare che Damiano non fosse adeguatamente informato delle preoccupanti condizioni economiche in cui si trovava il Comune nel momento in cui amministrava e contestualmente formulava e proponeva alla città il suo programma elettorale. Grave altrimenti sarebbe da considerarsi la condotta dei grandi supporter che nel contempo lo promuovevano alla città lasciandolo all?oscuro delle conseguenze della spending review, che in ogni caso non giustificherebbe Damiano dalla sicura imperizia nel non avere immediatamente preso atto di quella che era un'ineludibile realtà dei fatti anche all'epoca del suo assessorato. L'allontanamento dei suoi big-sponsor in tempi diversi, oltretutto, dimostra già in fatto la scarsa compattezza e lo sfaldamento intorno al progetto Damiano". La mozione del Pd, almeno per il momento, può contare soltanto su due firme sui tre consiglieri del partito. Non c'è quella del consigliere Ninni Passalacqua che ha già detto di non essere d'accordo sull'iniziativa e non ha neppure partecipato alla conferenza stampa di stamattina nella sede provinciale del Pd per presentarla.

© Riproduzione riservata

Commenti
Presentata la mozione di sfiducia a Damiano del Pd
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings