Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 27 Gennaio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Presunti maltrattamenti sugli alunni, nuova lettera di solidarietà alle maestre indagate - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

2

3

4

Testo

Stampa

Attualità
Valderice

Presunti maltrattamenti sugli alunni, nuova lettera di solidarietà alle maestre indagate

08 Marzo 2018 14:25, di Ornella Fulco
Presunti maltrattamenti sugli alunni, nuova lettera di solidarietà alle maestre indagate
Attualità
visite 823

"Insieme per le maestre", così si intitola la nuova lettera, diffusa alla stampa, con cui famiglie e cittadini di Valderice esprimono solidarietà - come era già accaduto alcune settimane fa con un'altra nota - alle maestre della locale scuola elementare finite al centro di un'indagine della Procura di Trapani, condotta dalla Squadra Mobile, che ha portato alla denuncia per maltrattamenti di quattro docenti e alla loro sospensione cautelativa dall'insegnamento per un anno. A seguito degli interrogatori di garanzia, avvenuti davanti al gip alla presenza dei loro legali, ad una delle maestre è stata revocata la sospensione mentre il provvedimento è stato confermato per le altre tre. La vicenda ha destato scalpore nella comunità di Valderice, divisa tra incredulità e sdegno e, nei giorni scorsi, un gruppo di famiglie aveva manifestato pubblicamente, con una breve lettera firmata, la propria solidarietà alle docenti indagate, indicate da genitori ed ex alunni come esempi positivi e non come "mostri" da sbattere in prima pagina. Non compete a noi, come organo di informazione, decidere se le quattro donne indagate siano o no colpevoli di quanto, al momento, viene loro contestato. Per giungere alla verità ci sono i giudici e i Tribunali e sposare, a priori, una posizione sull'operato degli inquirenti, che rispettiamo, o degli inquisiti - che per il nostro ordinamento sono innocenti fino a prova contraria - non è, a parer nostro, il miglior modo per rendere un servizio ai cittadini a cui spetta di essere informati con completezza e imparzialità e non "imbeccati" su cosa debbano pensare o meno di un fatto. Questo principio vale in questo caso e in tutti quelli in cui, specie nelle primissime fasi di un'indagine, le vicende sono in evoluzione e non sono neppure approdate davanti ad un Tribunale, unico soggetto, in un Paese civile, a cui spetta la parola definitiva e cogente sulla colpevolezza o l'innocenza di qualcuno. In quest'ottica è inopinabile che la lettera con espressioni di sostegno espresse oggi da 65 soggetti, tra famiglie e singoli, che conoscono e hanno avuto a che fare con le maestre incriminate, sia una notizia da raccontare. Starà a chi legge, se proprio vuole, farsi una opinione - e solo quella - di questa vicenda, nell'attesa che la giustizia faccia il suo corso. "Siete state in grado di trasmettere  - dicono i firmatari della lettera rivolgendosi alle maestre - il sapere e l'amore per il sapere. Con il vostro esempio avete insegnato che bisogna impegnarsi per raggiungere dei traguardi; che il rispetto, la tolleranza, l'accettazione e l'empatia sono valori fondamentali nella vita". "A volte avete dovuto alzare la voce - proseguono - con fermezza e pazienza nello stesso tempo, avete atteso i risultati in ciascun alunno, perché voi tenevate ad ognuno di loro, nella stessa misura, offrendo a tutti le stesse opportunità, da brave insegnanti quali siete state nei confronti dei nostri figli che vi portano sempre nel loro cuore. Vi abbiamo sentito vicine ai nostri figli durante il loro percorso scolastico e, ora noi, con queste parole, vogliamo solamente manifestarvi il nostro sostegno, fiduciosi del lavoro della magistratura".

© Riproduzione riservata

Commenti
Presunti maltrattamenti sugli alunni, nuova lettera di solidarietà alle maestre indagate
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie