Trapani Oggi

Processo Denise, parla supertestimone: "La bimba era in braccio ad un uomo" - Trapani Oggi

#Milano |

Processo Denise, parla supertestimone: "La bimba era in braccio ad un uomo"

14 Maggio 2013 17:59, di Redazione
visite 749

E' rimasto in silenzio per quasi dieci anni, per paura di finire in carcere. Il testimone che ha riferito agli avvocati di parte civile di aver visto,...

E' rimasto in silenzio per quasi dieci anni, per paura di finire in carcere. Il testimone che ha riferito agli avvocati di parte civile di aver visto, la mattina stessa del rapimento, la piccola Denise Pipitone in braccio ad un uomo, adesso ha un nome. Si tratta di Battista Della Chiave, 74 anni, di Mazara del Vallo. L'uomo - che è sordomuto - è stato ascoltato dai legali perchè, all'epoca dei fatti, lavorava nel magazzino di via Rieti da cui partì una telefonata indirizzata alla nonna di Jessica Pulizzi, Antonietta Lo Cicero, acquisita agli atti. La sorellastra di Denise è attualmente sotto processo davanti al Tribunale di Marsala per il rapimento della bambina. Della Chiave è stato ascoltato dagli avvocati di parte civile Giacomo Frazzitta, Luisa Calamia e Vito Perricone che, sabato scorso, avevano depositato i relativi verbali nella Cancelleria del Tribunale, chiedendone l'acquisizione. "L'abbiamo cercato - spiega l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale della madre di Denise, Piera Maggio - perchè, oltre a lavorare nel magazzino, ha lo stesso cognome del fidanzato dell'amica che Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi, aveva chiamato alle 12.09 del giorno del rapimento. In effetti, con l'ausilio di un'interprete, l'uomo ha raccontato che, verso mezzogiorno, al magazzino si presentò  suo nipote, Giuseppe Della Chiave, che chiese di fare una telefonata. Quell'uomo, secondo la testimonianza di Battista Della Chiave, aveva in braccio la piccola Denise Pipitone. Dopo la telefonata, il giovane si sarebbe allontanato in moto con la piccola. I pubblici ministeri, nel corso dell'udienza svoltasi oggi, hanno comunicato di non ritenere rilevante questa testimonianza ai fini del giudizio. Sull'episodio è in atto un'attività investigativa coperta dal segreto istruttorio. Il Tribunale si è riservato di decidere il prossimo 28 maggio.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie