Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 25 Settembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Prosegue l'installazione dei defibrillatori "per Giorgio Gallo" - Trapani Oggi

0 Commenti

3

2

3

1

1

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Prosegue l'installazione dei defibrillatori "per Giorgio Gallo"

20 Aprile 2018 13:19, di Ornella Fulco
Prosegue l'installazione dei defibrillatori "per Giorgio Gallo"
Attualità
visite 812

Prosegue, a Trapani, l'installazione dei nuovi defibrillatori, sono sette in tutto, acquistati con i fondi raccolti con la campagna di sensibilizzazione avviata dalla Croce Rossa e dal CSE (Centro Soccorso Emergency) dopo l'improvvisa scomparsa per arresto cardiaco, avvenuta lo scorso 11 gennaio, del 38enne Giorgio Gallo. Il farmacista trapanese, appassionato di podismo, venne colpito da un malore proprio mentre si allenava, tra il lungomare Dante Alighieri e il campo sportivo ex CONI, con un compagno. Ieri, presso la palestra di via Pantelleria, concessa al g.s.d. Cinque Torri-Fiamme Cremisi del presidente Rocco Pollina, dove la società ha attivato una "scuola di atletica" per bambini e ragazzi intitolata proprio a Giorgio Gallo che era un tesserato della compagine, è stato collocato un apparecchio alla presenza della vedova, Valentina Amodeo. Pollina ha sottolineato l'importanza di avere un dispositivo salvavita all'interno di una struttura dove si pratica attività sportiva. "Speriamo di non doverlo usare mai - ha detto  - ma è essenziale che iniziative come questa vadano avanti". I presenti hanno ricordato, con commozione, Giorgio Gallo, la cui passione e tenacia nel praticare la corsa era ben nota nell'ambiente podistico amatoriale non soltanto trapanese. "Sono convinto - ha concluso Pollina - che lui ci guarda sorridendo da lassù e questo è un altro dei doni che ci lascia, oltre al suo ricordo, che non svanirà mai nei nostri cuori". Stamattina un altro defibrillatore è stato collocato all'esterno della caserma "Giannettino", sede del 6° reggimento Bersaglieri, alla presenza del dottore Biagio Gallo, farmacista e padre dello scomparso. Presenti il comandante dei fanti piumati, il colonnello Agostino Piccirillo, e il responsabile della Salvamento Agency, Tony Alestra, associazione che si occupa anche della formazione per l'utilizzo dei dispositivi. Qualsiasi cittadino, con un corso di qualche ora, infatti, è in grado di utilizzare efficacemente i defibrillatori su persone vittime di arresto cardiaco, interpretando e seguendo le indicazioni fornite dalla stessa apparecchiatura. La collocazione sul muro perimetrale esterno alla caserma nasce dalla opportunità che il dispositivo sia costantemente vigilato, dato che la teca in cui è ospitato, che lo protegge dagli agenti atmosferici, non è assicurata, proprio per consentirne l'immediato utilizzo in caso di necessità, da chiusure particolari. La "Giannettino", inoltre, costituisce, nella topografia del territorio cittadino, un luogo conosciuto e facilmente individuabile e raggiungibile. Per gli stessi motivi gli altri apparecchi sono già, o saranno collocati, fuori da alcune farmacie trapanesi, tra cui c'è già la farmacia Gallo in via Fardella. Anche in quei punti, infatti, sono attivi sistemi di videosorveglianza e le persone che vi lavorano hanno seguito il corso per l'abilitazione all'utilizzo del defibrillatore. Abilitazione che sarà conseguita, nelle prossime settimane, anche da un cospicuo numero di militari del 6° reggimento che saranno quindi in grado, come qualsiasi altro cittadino già formato, di intervenire in casi di emergenza, non solo, eventualmente, nei pressi della "Giannettino" ma anche, liberi dal servizio, in qualunque punto di Trapani, e non solo, dove si trovi uno dei dispositivi.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings