Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 04 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Pubblico impiego, sit-in davanti la Prefettura - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

1

2

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Pubblico impiego, sit-in davanti la Prefettura

01 Dicembre 2014 15:55, di Niki Mazara
Pubblico impiego, sit-in davanti la Prefettura
Attualità
visite 265

Il rinnovo dei contratti di lavoro di tutti i comparti, il rilancio della contrattazione integrativa, la riorganizzazione delle amministrazioni, dei corpi dello Stato, l’innovazione vera nella Scuola e nei servizi pubblici, certezze per i lavoratori precari. Queste le principali motivazioni dello sciopero dei lavoratori dei servizi pubblici che oggi sono scesi in piazza in tutta Italia, nel giorno dello sciopero nazionale indetto dalla Cisl. A Palermo e Trapani dipendenti statali, regionali, di enti locali, Sanità, delle agenzie fiscali, di Inps e Inail, della Scuola, dell’Università e dei settori della ricerca e della sicurezza, hanno manifestato davanti le sedi delle Prefetture delle due città. In piazza anche i segretari di categoria di Cisl Scuola e Cisl Funzione Pubblica, il segretario Cisl Palermo Trapani Daniela De Luca e il segretario Cisl Sicilia Mimmo Milazzo. Mercoledì prossimo, partiranno in 200 da Palermo per partecipare alla manifestazione organizzata a Napoli dal sindacato. “Questo sciopero ha un’importanza fondamentale per le nostre famiglie – spiega Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani - , il mancato rinnovo contrattuale fermo da sei anni, per questi lavoratori infatti, comporta la perdita annua dai 2 ai 4 mila euro di reddito. In territori come Palermo e Trapani massacrati dalla crisi, è un danno difficile da sopportare in una condizione sociale che vede purtroppo altissimi tassi di disoccupazione e i nostri giovani disoccupati spesso sostenuti dai genitori. E’ una vertenza dunque che parla di questioni sociali e concrete”. “A livello locale – conclude De Luca – vogliamo certezze per i precari, come Cisl abbiamo da tempo proposto responsabilmente un ridisegno della pubblica amministrazione che migliori i servizi e riqualifichi la spesa”. Una delegazione di sindacalisti ha consegnato al prefetto le rivendicazioni rivolte al governo nazionale, fra le quali la richiesta di un tavolo.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings