Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 15 Agosto 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Raccolta differenziata, i nuovi provvedimenti dell'amministrazione comunale - Trapani Oggi

0 Commenti

4

0

0

0

3

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Raccolta differenziata, i nuovi provvedimenti dell'amministrazione comunale

21 Giugno 2018 19:05, di Ornella Fulco
Raccolta differenziata, i nuovi provvedimenti dell'amministrazione comunale
Attualità
visite 772

Ennesima pulizia straordinaria della città e delle frazioni e messa in atto di una serie di correttivi per vincere la “guerra alla monnezza” - come la definisce il neo sindaco di Trapani Giacomo Tranchida - per fare fronte, da un lato, all’emergenza, anche di carattere igienico-sanitario date le temperature estive, e dall’altro avviare con efficacia il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta. Una battaglia difficile, ha spiegato Tranchida nel corso dell'incontro con la stampa svoltosi oggi a Palazzo D’Alì, perché l’obiettivo è quello di “rimediare agli errori fatti in precedenza" (il riferimento è sia alle passate sindacature sia alla gestione del commissario straordinario) che con scarsi mezzi, con la frammentazione del servizio di raccolta rifiuti e con una scarsa informazione per i cittadini, non hanno portato a risultati significativi”. Il primo passo è quello di ripristinare le condizioni del territorio per poi partire, dal prossimo 15 settembre, con la raccolta differenziata affidata alla EnergeticaKambiente, ditta aggiudicataria del bando della SRR Trapani Provincia Nord. Il servizio sarà supportato da una adeguata campagna di informazione per i cittadini. Il sindaco ha emanato una nuova ordinanza che dispone il trasferimento alla Trapani Servizi di tutte le competenze relative alla raccolta e smaltimento dei rifiuti eliminando così la gestione da parte del III settore del Comune in alcune zone della città e delle frazioni. L'imperativo è la “salvaguardia dei necessari livelli di sicurezza, al fine di ripristinare l’igiene, il decoro urbano, l’ordine e la sicurezza pubblica, ed evitare l’insorgere di nuove ed ulteriori emergenze igienico-sanitarie e di ordine sociale”. In questi mesi, che precederanno l’avvio della nuova differenziata, nelle zone con maggiori criticità saranno ricollocati i cassonetti stradali e anche i contenitori gettacarte, per le deiezioni animali nelle principali vie cittadine. Nelle zone urbane dove è stata riscontrata “una discreta collaborazione civica degli utenti” si proseguirà con la raccolta porta a porta dell’umido. Saranno aumentate le postazioni mobili dove sarà effettuata la pesatura dei rifiuti differenziati, come avviene già nel CCR sul lungomare Dante Alighieri, per incentivare i cittadini a differenziare per ottenere lo sconto sulla Tari. Aumenteranno le isole ecologiche fisse e provvisorie: “Si sta lavorando – ha detto Tranchida – per individuare alcuni luoghi più piccoli e adeguati che possano essere punti di riferimento per le varie frazioni e i quartieri”. L’ordinanza prevede anche che la Trapani Servizi effettui scerbatura delle vie e piazze della citta?, delle frazioni, all'interno del Cimitero comunale, “anche ai fini antincendio e di Protezione Civile (d’intesa con il Comando della Polizia Municipale), oltre che di prevenzione igienico- sanitaria. La discebatura dovra? avvenire con la contestuale rimozione dei rifiuti solidi urbani rinvenuti”. Fra i compiti affidati alla società anche la “pulizia e il mantenimento e il servizio di raccolta rifiuti di Lido Marausa. A supporto degli operatori della Trapani Servizi e della Polizia Municipale, scenderanno in campo anche le Guardie Ambientali che avranno il compito di aiutare a far rispettare l’ordinanza e di vigilare sul decoro ambientale. “La discarica di contrada Borranea - ha annunciato il sindaco - lavorerà i rifiuti anche in quattro turni, oltre i tre di 6 ore già effettuati, compresa la domenica. Ciò per favorire lo smaltimento dei rifiuti del comprensorio territoriale disposto dalla Regione e alleviare le condizioni di degrado urbano dei comuni viciniori. Ovviamente - ha precisato Tranchida - i maggiori oneri del servizio ricadranno su tutti i comuni interessati in rapporto ai quantitativi prodotti e non certo sulle sole tasche dei cittadini trapanesi”. Si tratta di provvedimenti limite, quelli assunti dal sindaco, che abbisognano della collocazione dei rifiuti prodotti nei comuni del comprensorio provinciale sud in un'altra discarica. Al riguardo è stato interessato anche il prefetto”. “Ci siamo immediatamente attivati – ha detto Carlo Guarnotta, amministratore unico della Trapani Servizi – e ieri sera abbiamo raccolto circa 50 tonnellate di rifiuti. Per quanto riguarda la raccolta differenziata questa partirà in seguito al contratto di servizio firmato dal Comune con l’Energeticakambiente e, dopo un’adeguata fase di start up, con la comunicazione e la consegna dei kit. Dopo circa sei mesi Trapani potrà ripartire con il giusto servizio di raccolta differenziata”. Il nuovo gestore utilizzerà il personale della Trapani Servizi e la società partecipata dal Comune, nell'ottica della nuova amministrazione comunale, non è destinata solo a gestire la discarica ma anche nel ciclo di utilizzo dei rifiuti per trasformarli in energia. Tranchida è pronto ad aprire la società anche ad altri Comuni che vorranno condividere lo stesso percorso. Intanto si punta ad ottenere, ed è stato già chiesto alla Regione, dopo un vertice in Prefettura, di l'aumento della quantità di rifiuti che arrivano a Borranea da 250 a 300 tonnellate al giorno.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings