Trapani Oggi

Rapina al "Credito Siciliano", arrestate tre persone [VIDEO] - Trapani Oggi

Salemi | Video

Rapina al "Credito Siciliano", arrestate tre persone [VIDEO]

09 Novembre 2016 08:17, di Ornella Fulco
visite 591

Arrestati dai militari della Compagnia Carabinieri di Mazara del Vallo tre palermitani ritenuti responsabili della rapina avvenuta lo scorso 12 settem...

Arrestati dai militari della Compagnia Carabinieri di Mazara del Vallo tre palermitani ritenuti responsabili della rapina avvenuta lo scorso 12 settembre a Salemi nella filiale del “Credito Siciliano". A finire ai domiciliari, in esecuzione dell'ordinanza del gip del Tribunale di Marsala, sono stati tre palermitani, il 24enne Vincenzo Forcieri e i fratelli Antonio e Maurizio Sorrentino, rispettivamente di 42 e 47 anni. Nel corso della rapina due persone a volto scoperto (come si vede nel video) avevo fatto irruzione nella banca e, dopo aver minacciato di morte il cassiere e immobilizzato il direttore, si erano impadroniti di 49.000 euro custoditi nella cassaforte per poi darsi alla fuga. L’analisi delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza collocati lungo le vie di fuga e da quelli in dotazione all’Istituto di credito, ha consentito di individuare i rapinatori e i mezzi che avevano utilizzato, una lancia Ypsilon, appartenente a Vincenzo Forcieri, e un camper, riconducibile a Maurizio Sorrentino, utilizzato per nascondere e trasportare il bottino, che era stato notato nei paraggi della filiale prima del colpo. Nel corso delle indagini è emerso che uno dei rapinatori entrato in banca, Antonino Sorrentino, dopo la rapina, aveva tentato di modificare il suo aspetto rasandosi completamente i capelli per rendere più difficoltoso un eventuale riconoscimento da parte dei testimoni. Anche l'analisi del traffico telefonico delle utenze dei tre accusati ha consentito di stringere il cerchio attorno a loro così come le dichiarazioni dei testimoni ascoltati dagli investigatori.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie