Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 21 Settembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Rapine e scippi ad anziane, arrestata una coppia di 18enni - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

0

2

0

Testo

Stampa

Cronaca
Castelvetrano

Rapine e scippi ad anziane, arrestata una coppia di 18enni

11 Giugno 2015 08:51, di Ornella Fulco
Rapine e scippi ad anziane, arrestata una coppia di 18enni
Cronaca
visite 337

Due giovani sono stati arrestati dai Carabinieri perchè ritenuti responsabili di quattro rapine e uno scippo commessi ai danni di alcune anziane donne tra Castelvetrano e Partanna. Si tratta di Nebi Memeti, di origini straniere ma nato in Italia e da anni residente a Mazara del Vallo, e della castelvetranese Tatiana Catalanotto, entrambi diciottenni. L’arresto è avvenuto in esecuzione di un'ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Tribunale di Sciacca su richiesta della Procura saccense. Le indagini che hanno portato ad individuare i due giovani rapinatori, condotte dai militari delle Stazioni di Partanna e Castelvetrano, erano state avviate alla fine dello scorso mese di aprile, periodo in cui si era verificato il primo episodio a Partanna a cui erano seguiti fatti analoghi. La coppia, soprattutto nelle ore pomeridiane, era solita aggirarsi per le vie di Partanna e Castelvetrano prendendo di mira donne anziane. I due giovani usavano sempre la stessa strategia, cioè quella di avvicinare con una scusa le loro vittime, tutte donne ultrasessantacinquenni, per poi strattonarle improvvisamente e strappare loro via i gioielli d'oro che indossavano. In un caso ad essere presa di mira era stata una donna di ottanta anni. Nella maggior parte dei casi le vittime erano state costrette a ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso per le lesioni riportate. Per Nebi Memeti, solo da poco maggiorenne ma già con precedenti penali, si sono aperte le porte della Casa circondariale di Sciacca. Nei confronti di Tatiana Catalanotto il Tribunale saccense ha disposto, invece, l’applicazione della misura degli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings