Trapani Oggi

Ravanusa. Il dramma di un'intera famiglia sotto le macerie [VIDEO] - Trapani Oggi

Sicilia

Ravanusa. Il dramma di un'intera famiglia sotto le macerie [VIDEO]

12 Dicembre 2021 11:26, di Laura Spanò
visite 1324

I pm hanno sequestrato un'area di 10mila metri quadrati

Un dramma nel dramma è quello che vede coinvolta un intero nucleo familiare sotto quelle macerie a Ravanusa. Una famiglia intera colpita dalla tragedia per quella esplosione che ha provocato il crollo di diverse palazzine e provocato un'onda d'urto di cento metri. "Uno scenario di devastazione totale", l'ha definito la protezione civile.

E proprio in quella abitazione, anche se in piani diversi, abitava una famiglia: una donna anziana, i tre fratelli e le rispettive mogli. In uno degli appartamenti una giovane coppia, la donna incinta di 9 mesi. Erano andati a trovare la famiglia: la donna risulta ancora tra i dispersi. Al momento Giuseppa Montana e Rosa Carmina sono sopravvissute. Gli altri membri del nucleo familiare risultano dispersi o deceduti. In un'altra palazzina vicina, altri due dispersi: una coppia formata da un'assistente sociale e da un professore. Al momento come rende noto la Protezione civile solo un uomo e due donne sono morte: Pietro Carmina, Enza Zagarro e Liliana Minacori.

Proseguono senza sosta le delicate operazioni di soccorso dei vigili del fuoco in via Trilussa a Ravanusa.  Durante la notte sono state estratte dalle macerie e affidate al personale sanitario due donne, mentre i corpi di tre persone, due donne e un uomo, sono stati ritrovati purtroppo privi di vita dai soccorritori. Il dispositivo di soccorso del Corpo nazionale è formato da 100 vigili del fuoco, giunti anche dai vicini comandi di Enna e Palermo, che sono impegnati nelle operazioni di ricerca delle altre sei persone segnalate come disperse, tra cui unità cinofile, esperti nella conduzione di mezzi per il movimento terra, nucleo NBCR (Nucleare Biologico Chimico Radiologico) e USAR team specializzato nel soccorso tra le macerie.

La Procura di Agrigento indaga per disastro e omicidio colposo. I pm hanno sequestrato un'area di 10mila metri quadrati. In giornata un consulente della Procura farà una prima ispezione sul posto. 

Carmelo D'Angelo,  il sindaco del piccolo Comune nell'Agrigentino: "E' un disastro".  Il boato che ha squarciato il silenzio è avvenuto verso le 20:30 di sabato sera. Nel paese di oltre 10mila abitanti a 50 minuti di auto da Agrigento e a più di due ore da Palermo, la gente è subito scesa in strada impaurita. Gli allarmi delle auto e di alcune abitazioni hanno cominciato a suonare. Dagli edifici nella via Galilei e nelle vie vicine sono scesi in strada gli abitanti terrorizzati che hanno visto le fiamme alte levarsi dalle macerie di almeno di una palazzina in via Trilussa. L'energia elettrica è stata tolta in tutta la zona.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie