Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 19 Aprile 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Regione, al via i bandi di contributi a studenti fuori sede - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Attualità

Regione, al via i bandi di contributi a studenti fuori sede

17 Aprile 2020 09:23, di Redazione
Regione, al via i bandi di contributi a studenti fuori sede
Attualità
visite 1237

La Regione Sicilia ha varato un bando di partecipazione al concorso per la concessione di contributi economici straordinari riservati a studenti siciliani iscritti a corsi di laurea che si svolgono fuori dalla Regione Siciliana in sedi nazionali od estere per l’Anno Accademico  2019/2020, da erogare in relazione della situazione di disagio che si sta verificando per l’emergenza epidemiologica dovuta al COVID-19. 
La copertura finanziaria dell’intervento è sette milioni di euro.Nell’ambito delle suddette risorse, verrà trasferita agli ERSU di Catania e Palermo, una quota pari a euro 4.000.000,00, da destinare a studenti universitari residenti in Sicilia e domiciliati per studio in altre sedi accademiche in Italia ed all’estero. 
La gestione unitaria è affidata all’ERSU di Catania, per gli studenti che si trovano all’estero ed all’ERSU di Palermo, per gli studenti che si trovano in altre regioni italiane, secondo i requisiti di accesso nei successivi articoli del presente bando. 
È destinata altresì la somma di euro 3.000.000,00 a favore di studenti universitari residenti e domiciliati in Sicilia che hanno richiesto il contributo alloggio agli ERSU siciliani per l’anno 2019/2020 e che sono risultati nelle relative graduatorie “idonei”, ma non assegnatari del contributo richiesto; per tale misura, gli EE.RR.SS.UU. siciliani stanno provvedendo con separate procedure esecutive. 
Possono presentare domanda per l’attribuzione del contributo economico gli studenti residenti in Sicilia da almeno un anno dalla data di pubblicazione del presente bando, frequentanti corsi universitari fuori dalla Regione Siciliana, che: 
    1. siano iscritti regolarmente per l’anno accademico 2019/2020 a: a) corsi di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico; 
    b) corsi di laurea attivati prima dell’entrata in vigore del D.M. 3 novembre 1999, n.509; 
    c) corsi di alta formazione artistica e musicale, cui si accede con il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado, di cui alla legge 21 dicembre 1999, n. 508; 
    d) corsi di dottorato di ricerca (attivati dalle università italiane ai sensi dell’art. 4 del D.L. 03/07/1998 n. 210) purché non retribuiti; 
    e) corsi di specializzazione (attivate dalle università italiane, ad eccezione di quelli dell’area medica di cui al D. Lgs. 17 agosto 1999 n. 368) purché non retribuiti. 
2. siano in possesso dei requisiti economici di cui all’art. 4. 
3. I benefici non possono essere concessi agli studenti che si trovino in una delle seguenti condizioni: a) siano iscritti a corsi tenuti in Sicilia da Università aventi sede fuori dalla Regione; 
    b) siano già in possesso di un altro titolo di studio di pari livello conseguito in Italia o conseguito all’estero e avente valore legale in Italia, inclusi la laurea dei corsi pre- riforma e il diploma universitario (equiparato alla laurea triennale). 
    
Le condizioni economiche degli studenti e delle studentesse sono individuate sulla base dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) ai sensi del Regolamento sulle modalità di determinazione del nuovo ISEE di cui al DPCM 5 dicembre 2013. 
L’indicatore non dovrà superare il seguente limite massimo: 
•    o ISEE € 23.508,78 
Le Attestazioni ISEE dovranno essere in corso di validità e/o presentate al momento dell’iscrizione A.A. 2019/20, con specifico riferimento alle prestazioni per il diritto allo studio Unione Europea REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale  universitario e prive di annotazioni relative a omissioni/difformità rilevate dall’Agenzia delle Entrate. 
Requisiti di domicilio 
Gli studenti/le studentesse dovranno autocertificare, nelle forme e nei modi previsti di appartenere ad una delle seguenti categorie: 
➢ CATEGORIA 1: studenti/studentesse che hanno mantenuto dopo il 31 gennaio 2020, data di indizione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e fino alla data di pubblicazione del presente bando, la propria presenza fisica nel domicilio fuori Regione; 
➢ CATEGORIA 2: studenti/studentesse che sono rientrati presso la loro residenza in Sicilia, nel periodo intercorrente tra il 31 gennaio 2020 e la data di pubblicazione del presente bando. Tale requisito sarà verificato attraverso la consultazione degli elenchi riportanti i nominativi dei flussi in ingresso nel territorio siciliano, resi disponibili dalla Protezione Civile. 
Gli studenti/le studentesse non dovranno essere beneficiari del servizio abitativo erogato dalle Università o dagli Enti per il diritto allo studio universitario (posto letto presso le residenze universitarie gestite direttamente o indirettamente) o dell’alternativa quota monetaria relativa al servizio abitativo (cosiddetto “contributo alloggio” o similare). 
Le Amministrazioni, si riservano di verificare l'effettivo possesso dei requisiti richiesti ed autocertificati. 
Sul bando è intervenuta la Rete nazionale Noi Restiamo e il Sindacato inquilini ASIA-USB che considerano i 7 milioni "un parziale risultato che conferma la necessità di continuare la mobilitazione per ottenere il blocco del pagamento di affitti e utenze per gli studenti, I giovani e i precari. Si tratta  di una prima risposta, timida e tardiva, sulla quale sottolineiamo che  Potranno beneficiare di questi fondi solo coloro che sono ancora fisicamente nella loro sede universitaria dal 31 di Gennaio (criterio della permanenza). i parla ancora di calcolo ISEE, modello assolutamente inadeguato per certificare la situazione economica in questa situazione di emergenza, oltretutto con un limite massimo estremamente basso di soli 23.000 euro (criterio economico)
Gran parte dei Fondi escludono coloro che hanno deciso di prendere residenza nella città in cui studiano (criterio della residenza). Infine, bisogna riconoscere che siamo di fronte ad un vero e proprio trasferimento monetario dal Sud alle grandi proprietà immobiliari delle città del Nord e del Centro, che da sempre lucrano sul caro affitti subìto sulla propria pelle da giovani lavoratori e studenti fuorisede. Non possiamo per questo fermarci qui, non siamo soddisfatti di un riconoscimento parziale che rivolge solo ad alcuni un sostegno economico per affitti e utenze. Il Governo e le Regioni non ci regaleranno nulla: la nostra mobilitazione continua finché non otterremo il blocco per tutti i giovani, gli studenti e i precari, senza disparità di trattamento regionali.
Questi i contatti nazionali per accedere al bando – week end esclusi: dalle 11:00 alle 12:30 – 333 5218254, dalle 15:00 alle 16:30 – 388 7441894 Contatto per la Sicilia - dalle ore 10:00 alle 12:00, dalle 16:00 alle 18:00 - 347 570 4459
 
 
 
 

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings