Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 03 Agosto 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Ricci di mare addio? - Trapani Oggi

1 Commento

1

1

0

0

1

Testo

Stampa

Attualità

Ricci di mare addio?

19 Febbraio 2020 09:06, di Eros Santoni
Ricci di mare a rischio estinzione?
Attualità
visite 5479

Ricci di mare addio? Mangiati accompagnati da un pezzo di pane fresco o usati come condimento per un fantastico piatto di spaghetti, i ricci di mare sono da sempre un "must" alimentare della cucina mediterranea ma adesso arriva la peggiore delle notizie. I ricci di mare mangerecci del Mediterraneo, (nome scientifico Paracentotus lividus), si stanno estinguendo.
lo rivela: uno studio condotto in Israele , dove i ricci di mare sono già praticamente scomparsi e anche in Turchia e ci sono i primi segnali di una cospicua diminuzione della popolazione.
A dare l’allarme è uno studio condotto dagli scienziati dell’Istituto di ricerca oceanografica e limnologica di Israele. Pubblicato pochi giorni fa sulla rivista scientifica «Aquaculture» (edita da Elsevier), a prima firma Erez Yeruham.
Non crediamo che la notizia sia particolarmente triste per gli abitanti di Israele, mentre siamo certi che la preannunziata catastrofe relativa ai prelibati "ricci di mare", sia particolarmente nefasta per i siciliani ed in particolare per gli abitanti di Trapani e Palermo.
Gli studiosi, confrontando le serie storiche delle rilevazioni, hanno appurato che nel Mediterraneo la temperatura del mare è aumentata di 3 gradi Celsius, creando un forte stress alla capacità riproduttiva di questi deliziosi abitanti del mare.Al clima pazzo bisogna aggiungere che pure gli inquinati hanno un peso nell’alterare l’habitat costiero. E, come se tutto ciò non bastasse, stando agli scienziati, il colpo di grazia ai ricci di mare lo danno alcune specie «invasive» di pesci che divorano proprio le alghe di cui si nutrono i ricci.stando agli israeliani la prima misura da attuare per cercare di salvare i ricci è tutelare e implementare il patrimonio di alghe di cui si nutrono. Inoltre, bisognerebbe agire su inquinamento e controllo della indiscriminata raccolta.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings