Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 15 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Rifiuti e incendi nei cassonetti in via del Cipresso, la protesta dei residenti - Trapani Oggi

0 Commenti

5

1

1

0

0

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Rifiuti e incendi nei cassonetti in via del Cipresso, la protesta dei residenti

17 Giugno 2015 12:37, di Ornella Fulco
Rifiuti e incendi nei cassonetti in via del Cipresso, la protesta dei residenti
Attualità
visite 417

Sono al colmo della sopportazione i residenti di via del Cipresso - una traversa di via Pantelleria - dove sorgono alcuni immobili di proprietà dell'Istituto autonomo case popolari di Trapani. Secondo quanto riferito, gli otto cassonetti per l'immondizia collocati in prossimità delle abitazioni sono spesso stracolmi con i rifiuti che addirittura fuoriescono sul marciapiede. Gli abitanti sottolineano, infatti, che anche a causa della scarsa illuminazione della strada, nei cassonetti vengono gettati rifiuti anche da persone che non vivono nella via. Di fronte ai contenitori  vi è anche un campetto da calcio utilizzato dai ragazzi della zona. Il disagio nasce anche dalla circostanza - che si verificherebbe molto di frequente - che la spazzatura viene incendiata e i fumi tossici che si sprigionano entrano, ovviamente, nelle abitazioni. I residenti hanno più volte chiesto all'amministrazione comunale che i cassonetti vengano collocati altrove ma i loro appelli sono rimasti, al momento, inascoltati. Nei giorni scorsi sono scesi in strada e hanno spostato i contenitori, circostanza che ha richiesto l'intervento dei Carabinieri. “Stiamo valutando di trasferire i cassonetti in un’area di proprietà comunale, sempre in via Cipresso - spiega l’assessore Giuseppe Licata - e, tramite controlli della Polizia Municipale, sono stati anche individuati quattro persone che conferivano abusivamente i rifiuti in quei contenitori. Intanto, stamane, uno dei residenti ha segnalato la questione persino all'animalista Enrico Rizzi che, ovviamente, si occupa di altri temi. Di seguito alcune immagini che illustrano la situazione lamentata.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings