Trapani Oggi

Rifiuti, i sindaci del Trapanese scrivono alla Regione: "Situazione drammatica" - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Rifiuti, i sindaci del Trapanese scrivono alla Regione: "Situazione drammatica"

05 Luglio 2016 09:07, di Niki Mazzara
visite 807

"Situazione drammatica": così i sindaci della SRR “Trapani Nord” descrivono la problematica della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nei comuni ...

"Situazione drammatica": così i sindaci della SRR “Trapani Nord” descrivono la problematica della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nei comuni amministrati in una nota inviata - dopo la riunione svoltasi alla Prefettura di Trapani - alla Regione, al governo nazionale, alla Procura della Repubblica di Trapani, alla Procura della Corte dei Conti ed al prefetto Leopoldo Falco. I sindaci chiedono una soluzione alternativa a quella attuale che vede il conferimento dei rifiuti di tutta la provincia di Trapani e di alcuni comuni della provincia di Palermo nella discarica di contrada Borranea, impianto assolutamente inadeguato a far fronte a tali quantità. “La discarica di Trapani - si legge nella nota - non è nelle condizioni organizzative e logistiche di far fronte nell’accogliere l’indifferenziato per i 13 Comuni della SRR oltre all’indifferenziato di 11 Comuni della SRR Trapani Sud e di alcuni Comuni del Palermitano”. Nello stesso documento l’ordinanza del presidente della Regione, Rosario Crocetta, che autorizza a scaricare nella discarica gestita dalla Trapani Servizi non è una soluzione ma una "concausa dell’aggravamento della situazione emergenziale". La tesi viene sostenuta numeri alla mano: la media annuale di rifiuti prodotti dalla SRR “Trapani Nord” è di 204 tonnellate al giorno mentre nei mesi di luglio ed agosto - date le presenze turistiche - giunge a 257 tonnellate al giorno. L’ordinanza di Crocetta autorizza lo scarico di sole 178 tonnellate al giorno. I sindaci chiedono a Crocetta di trovare un’altra soluzione anche con siti alternativi, andando in deroga con i poteri del commissario regionale per l’emergenza rifiuti. L'appello viene rivolto anche al governo nazionale a sostituirsi, se necessario, al governo regionale e la Procura e la Corte dei Conti vengono interessate per le eventuali responsabilità penali e di carattere economico-finanziario per i danni subiti dai Comuni. La nota è stata firmata dai sindaci di Valderice, Alcamo, Buseto Palizzolo, Calatafimi-Segesta, Castellammare del Golfo, Custonaci, Erice, Favignana, Marsala, Paceco e San Vito Lo Capo. Fanno parte della SRR anche il comune di Trapani, che sta subendo il danno più grave perché tra qualche mese la discarica non sarà in grado di ricevere alcun conferimento, e Pantelleria. Oggi, intanto, il sindaco di Mazara del Vallo e quello di Castelvetrano andranno alla Procura della Repubblica di Marsala per consegnare un esposto. Lo ha annunciato Nicola Cristaldi sottolineando che "stante che ogni nostro potere comunale è stato esercitato e vanificato dalla Regione che non ci dà la disponibilità di idonea discarica per ricevere i rifiuti provenienti dal nostro territorio". "L'intera Sicilia - ha proseguito il sindaco di Mazara del Vallo - è allo sbando e non c'è città siciliana che non abbia problemi nello smaltimento dei rifiuti. La più grave situazione si riversa nei comuni medi che, in estate, vedono quasi raddoppiarsi la popolazione. Nonostante le diffide per ottenere una discarica idonea tutta la Sicilia occidentale è sommersa dai rifiuti nella assoluta indifferenza del governo regionale e di ogni altra autorità preposta".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie