Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 12 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Rimosso dall'incarico prima del tempo, il commissario Messineo dà ragione al comandante De Lio - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

2

1

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Rimosso dall'incarico prima del tempo, il commissario Messineo dà ragione al comandante De Lio

11 Settembre 2017 18:40, di Ornella Fulco
Rimosso dall'incarico prima del tempo, il commissario Messineo dà ragione al comandante De Lio
Attualità
visite 566

Annullati dal commissario straordinario Francesco Messineo i decreti del 29 maggio scorso con i quali l'allora sindaco Vito Damiano aveva abbreviato - di fatto revocandogli l'incarico - la durata del contratto a tempo determinato come dirigente del V Settore e comandante della Polizia Municipale a Biagio De Lio. L'istanza di riesame dei provvedimenti, acquisita al protocollo comunale lo scorso 25 giugno, era stata presentata dall'avvocato Fabrizio Baudo, legale di De Lio. La decisione è stata assunta in base alla relazione del dirigente del I Settore - su esplicito invito del Segretario Generale e dallo stesso condivisa nel merito - che ha ritenuto fondati i rilievi esposti nella richiesta di riesame del provvedimento emesso da Damiano, ritenendo che "il rapporto contrattuale perfezionato tra le parti ed in itinere prevale rispetto ai provvedimenti unilateralmente adottati" dall'allora sindaco. "La revoca dell'incarico della direzione del V Settore a partire dal 29 maggio 2017  non è stata rispettosa - si legge nel provvedimento del commissario straordinario - né del disposto di cui al comma 1-ter dell' art. 19. del D.Lgs. n. 165/2001 che così recita: 'Gli incarichi dirigenziali possono essere revocati esclusivamente nei casi e con le modalità di cui all'articolo 21 comma 1, secondo periodo', né delle norme del vigente CCNL di riferimento che rinviano alla stessa disposizione". Nei due decreti emanati lo scorso 29 maggio da Damiano, secondo il decreto del commissario Messineo, sono ravvisabili "due distinti motivi di illegittimità: la mancata osservanza dell'art.19 comma 1ter del D.lgs n° 165/2001, in riferimento all'art.21 dello stesso Decreto Legislativo, essendo stato il provvedimento di revoca dell'incarico dirigenziale adottato fuori dai casi previsti e senza l'osservanza delle prescritte modalità procedurali; la carenza di idonea motivazione, tale non potendosi considerare l'assenza dall'ufficio del dirigente per il godimento delle ferie maturate e spettanti, ancor più, in vista della imminente cessazione dell'incarico per scadenza naturale. Tale ultima situazione - prosegue il decreto firmato da Messineo - fisiologica nel rapporto di lavoro e persino necessitata in vista del rientro del dirigente nell'Amministrazione di provenienza, in nessun caso avrebbe potuto giustificare un provvedimento di revoca dell'incarico che, nelle previsioni normative, ha ben altri presupposti, ben potendosi provvedere alle esigenze di servizio con le consuete modalità di temporanea sostituzione con altro dirigente", come di fatto è avvenuto. Riconosciuti tali profili di illegittimità, c'erano tutti i presupposti per l'annullamento in autotutela da parte dell'Amministrazione comunale, "anche per evitare il rischio di un contenzioso che - si legge ancora nel decreto - potrebbe esporre l'Amministrazione alla soccombenza ed ai relativi costi economici". Biagio De Lio, con una nota dello scorso 29 giugno, acquisita al protocollo comunale, aveva nel frattempo comunicato il rientro in servizio presso la Questura di Trapani. Nel decreto, oltre ad annullare la revoca anticipata dell'incarico da parte del sindaco Damiano, si dà atto che il rapporto di lavoro a tempo determinato, intrattenuto con Biagio De Lio è cessato lo scorso 25 giugno.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings