Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 29 Maggio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Scoperta centrale di spaccio nel quartiere Sant'Alberto, due arresti - Trapani Oggi

0 Commenti

3

2

1

1

1

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani

Scoperta centrale di spaccio nel quartiere Sant'Alberto, due arresti

04 Novembre 2017 13:41, di Ornella Fulco
Scoperta centrale di spaccio nel quartiere Sant'Alberto, due arresti
Cronaca
visite 749

Avevano trasformato un'abitazione in via Vincenzo Sammartano, nel quartiere Sant'Alberto, in una centrale di spaccio di stupefacenti. A finire in manette, ad opera degli uomini della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Trapani sono stati il 26enne Vito Cascio e il 55enne Leonardo Barraco, già noti alle forze dell'ordine. Per loro l'accusa è di detenzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente. Il duplice arresto è stato eseguito al termine di una mirata attività di indagine effettuata nel quartiere, da tempo monitorato dalla Polizia nell’ambito delle attività di contrasto dei reati connessi agli stupefacenti. I poliziotti, nel corso della perquisizione domiciliare nell’abitazione di Cascio, lo hanno trovato in possesso, insieme a Barraco, di oltre 30 grammi di eroina, in parte già confezionata in singole dosi avvolte in involucri di alluminio, e di varie dosi di hashish. L’accesso nell'abitazione è stato eseguito con l'ausilio dei Vigili del Fuoco dopo che i due, accortisi dei poliziotti, si erano barricati in casa. Sono state fasi concitate e, in particolare, un agente che, fingendosi un cliente, era riuscito ad entrarvi, è stato riconosciuto e spinto con forza fuori dall’abitazione fino a farlo cadere sul pianerottolo delle scale. Inutile il tentativo di Barraco di sbarazzarsi di parte dello stupefacente gettandolo dalla finestra. I poliziotti che cinturavano l'immobile lo hanno sorpreso. Una volta entrati nell’abitazione, gli agenti hanno trovato diverse bilance elettroniche di precisione, macchine per il sottovuoto, vario materiale per il confezionamento e la preparazione delle dosi, una macchina conta soldi professionale, evidentemente utilizzata per contare il denaro ottenuto dai clienti. Infatti, è stata recuperata la cospicua somma di 11.620 euro oltre ad una serie di “pizzini” dove i due tenevano la contabilità dellattività di spaccio, appuntando i nominativi degli acquirenti con accanto le somme da esigere. Entrambi gli arrestati sono stati condotti alla Casa circondariale di Trapani a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings