Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 12 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Scozzarella, evitato l'intervento chirurgico - Trapani Oggi

0 Commenti

4

3

1

1

1

Testo

Stampa

Sport
Trapani

Scozzarella, evitato l'intervento chirurgico

10 Dicembre 2014 14:42, di Ornella Fulco
Scozzarella, evitato l'intervento chirurgico
Sport
visite 537

Intervento chirurgico scongiurato per Matteo Scozzarella. In considerazione del fatto che la lesione al legamento collaterale esterno del ginocchio destro, riportata dal giocatore granata è parziale, il chirurgo ortopedico di Bergamo ha ritenuto di non doverlo sottoporre all'intervento chirurgico. In caso contrario i tempi di recupero sarebbero stati di tre-quattro mesi. Scozzarella inizierà, a Bergamo, una terapia conservativa e riabilitativa della durata di trenta giorni. Oggi, intanto, nell'ambito dell'iniziativa "Un giorno per la nostra città" - l’iniziativa promossa dalla Lega Serie B a cui aderiscono tutte le 22 società che partecipano al campionato - la squadra, la dirigenza e lo staff tecnico hanno incontrato, allo stadio provinciale, gli anziani trapanesi. L'occasione è stata propizia per festeggiare alcune "vecchie glorie" della squadra granata. A raccontare esperienze e aneddoti della storia del Trapani Calcio sono stati Francesco Merendino, attaccante dalla stagione 1957/58 alla stagione 1965/66, Antonino Morana, difensore dalla stagione 1960/61 alla stagione 1972/73 e allenatore nelle stagioni dal 1973 al 1976 e poi nel 1979/80, e ancora, per due campionati, dal 1986 al 1988, Nicola Celano, centrocampista dal 1970/71 al 1975/76 e dalla stagione 1980/81 alla stagione 1982/83 e allenatore nelle stagioni 1983/84 e 2004/05, Vincenzo De Francisci, difensore dal 1970/71 al 1979/80, Mariano Gabriele, centrocampista granata dal 1973/74 al 1979/80, e il massofisioterapista Aldo Bertolino, dal 1954/55 al 1974/75. A fare gli “onori di casa” il dottore Giuseppe Mazzarella, responsabile medico del Trapani che con la società granata ha vissuto e continua a vivere quarant’anni di storia. “E’ una giornata molto importante per noi - ha commentato mister Boscaglia - per i nostri giocatori, per tutti quelli che oggi rappresentano il Trapani Calcio, perché ci dà la dimensione di ciò che siamo, di cosa facciamo parte. Ci fa capire ciò che il Trapani rappresenta, per la Città, per la storia del calcio siciliano, per tutti noi. Ci fa capire che il Trapani non finisce all’interno di uno stadio per una partita, ma è un discorso che fa parte della storia del territorio. Vedere emozionarsi tutti, chi è stato calciatore del Trapani, chi lo è oggi, tutti coloro che hanno sempre seguito la nostra squadra, deve farci comprendere cosa rappresenta la maglia granata”. // Pubblicazione di Trapani Calcio.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings