Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 12 Novembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Aeroporto e scuole, gli esiti della riunione dei sindaci - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

1

0

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Aeroporto e scuole, gli esiti della riunione dei sindaci

15 Gennaio 2019 12:42, di Redazione
Aeroporto e scuole, gli esiti della riunione dei sindaci
Attualità
visite 789

Si è discusso, come previsto, di scuole e aeroporto nella riunione dei sindaci convocata ieri pomeriggio, a Palazzo D'Alì, dal sindaco mi Trapani Giacomo Tranchida. Erano presenti il commissario del Libero Consorzio Comunale, Raimondo Cerami, il pesidente dell’Airgest Paolo Angius e il presidente di Confindustria Trapani Gregory Bongiorno, molti rappresentanti istituzionali dei comuni, le organizzazioni sindacali, rappresentanti della Rete degli studenti medi trapanesi e imprenditori del comparto turistico.
La discussione ha preso avvio con l'annunziata chiusura di varie sedi degli Istituti scolastici di secondo grado del territorio provinciale di Trapani, a partire dal prossimo anno scolastico, per le note difficoltà finanziarie della ex Provincia regionale di Trapani che ha disdetto i contratti di affitto degli immobili. Ciò che si rischia, se non si trovano soluzioni alternative, è l'accorpamento nelle sedi di altre scuole con conseguenti doppi turni di lezione. Cerami ha ribadito le motivazioni per cui si è proceduto alla disdetta degli affitti e ha assicurato un intervento per ottenere dalla Regione un contributo straordinario di almeno due milioni di euro per tamponare la situazione, in attesa di tempi migliori per il bilancio del LCC. Il commissario straordinario ha chiesto la collaborazione dei sindaci ad ospitare gli studenti in immobili di proprietà dei Comuni e, nel medio-lungo termine ha annunciato l'intenzione di utilizzare, ottenendo i finaziamenti necessari per il loro adeguamento ad uso scolastico, immobili di proprietà dell'ex Provincia regionale. 
La proposta di collaborazione è stata accolta dai rappresentanti dei Comuni di Petrosino e Valderice e dal sindaco di Custonaci che, nella progettualità di medio-lungo termine, ha auspicato la realizzazione di una "cittadella degli studi" adeguatamente attrezzata. I sindaci inoltre, hanno ritenuto di poter avviare insieme e in maniera bipartisan, un confronto con il governo nazionale per affrontare la questione del prelievo forzoso operato dal governo centrale sui Liberi Consorzi Comunali con particolari penalizzazioni per la Regione Siciliana e una interlocuzione con il governo regionale sul futuro delle ex Province regionali.
Particolarmente attiva è stata la successiva discussione dedicata all'aeroporto di Trapani.Tranchida ha illustrato la strada intrapresa, anche in collaborazione con il Distretto Turistico della Sicilia occidentale, che prevede una forte azione di marketing turistico per promuovere la destinazione Trapani, intesa come territorio che va oltre i confini della città promuovendo, inoltre, una forte azione verso Stato e Regione affinché venga dato il giusto peso di ristoro al gap della marginalità territoriale che penalizza il territorio. Il presidente di Airgest, Paolo Angius, ha presentato in termini realistici l'attuale situazione dello scalo, sottolineando l’azione del Comune di Trapani che, oltre al rilancio dell'azione di marketing, è riuscito ad intercettare risorse private interessate ad investire sul territorio anche a sostegno dell’aeroporto e si è riservato di comunicare a breve i nuovi accordi che l’Airgest sta stipulando per aumentare le rotte su Trapani. A tal proposito, il sindaco di Favignana Giuseppe Pagato, che è anche presidente del Distretto Turistico, ha auspicato che anche l’Airgest sia presente con il Distretto nelle fiere per promuovere lo scalo trapanese, ricevendo risposta positiva da parte di Angius pur se entro i limiti delle risorse economiche.
Sul tema è intervenuto anche il commissario straordinario del LCC. Cerami ha riferito che la proposta di un emendamento alla legge regionale che stanziava 3 milioni di euro per l'incremento dei flussi turistici dell'aeroporto di Trapani dovrebbe essere accolta nella prossima finanziaria regionale o nel collegato, in modo da rendere utilizzabili le somme a suo tempo destinate all'ente e poterle convogliare nell'azione di co-marketing. In questo senso ha invitato i sindaci e gli attori dello sviluppo locale ad aderire all'accordo di collaborazione sulla Strategia 2020, già approvata dal Libero Consorzio comunale.   
Nel corso dell'incontro è stato confermato l’avvio della nuova gara a trattativa privata intrapresa dal Comune di Marsala per l’assegnazione delle 22 tratte aeree libere rimaste non aggiudicate con il bando. Alla riunione era presente anche il rappresentante di una nuova compagnia aerea, la Top Jet Worldwide che ha intenzione, dopo l'esperienza di Brescia, di investire su Trapani.

© Riproduzione riservata

Commenti
Aeroporto e scuole, gli esiti della riunione dei sindaci
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie