Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 06 Aprile 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Sequestrati beni a presunti fiancheggiatori di Messina Denaro - Trapani Oggi

0 Commenti

6

1

0

0

7

Testo

Stampa

Video
Palermo

Sequestrati beni a presunti fiancheggiatori di Messina Denaro

04 Dicembre 2015 08:52, di Ornella Fulco
Sequestrati beni a presunti fiancheggiatori di Messina Denaro
Video
visite 319

Beni per un valore di oltre 13 milioni di euro sono stati sequestrati, in un'operazione congiunta di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, a quattro presunti fiancheggiatori del boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro. Il provvedimento è stato disposto su richiesta del Procuratore aggiunto di Palermo Teresa Principato. Il sequestro riguarda Vito Gondola, 77 anni, ritenuto il reggente del mandamento mafioso di Mazara del Vallo; Michele Gucciardi, 62 anni, accusato di essere il reggente della famiglia mafiosa di Salemi; Giovanni Domenico Scimonelli, 48 anni, uomo d'onore della famiglia di Partanna; Pietro Giambalvo, 77 anni, allevatore, ritenuto uomo d'onore della famiglia di Santa Ninfa. I quattro erano stati tutti arrestati lo scorso agosto nell'ambito dell'operazione antimafia "Ermes". Il sequestro riguarda beni mobili, immobili e aziende, a Mazara del Vallo, Castelvetrano, Salemi, Partanna, Santa Ninfa e Trapani: otto aziende e una quota societaria (supermercati, aziende agricole e d'allevamento ovino); 68 immobili (27 fabbricati e 41 terreni), due autovetture, 36 rapporti finanziari e bancari. Il giudice ha emesso i provvedimenti ablativi "condividendo le risultanze delle approfondite indagini di natura patrimoniale condotte da investigatori del Servizio Centrale Operativo e delle Squadre Mobili di Palermo e Trapani, del Gico della Guardia di Finanza di Palermo e del Ros Reparto Anticrimine dei Carabinieri di Palermo".

© Riproduzione riservata

Loading the player...
Commenti
Sequestrati beni a presunti fiancheggiatori di Messina Denaro
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings