Trapani Oggi

Sgarbi non molla sullo scioglimento del Comune - Trapani Oggi

Vela |

Sgarbi non molla sullo scioglimento del Comune

09 Agosto 2013 19:46, di Niki Mazzara
visite 558

Lo scioglimento di Salemi per supposto «condizionamento esterno» dell’attivitŕ dell’amministrazione comunale retta da Vittorio Sgarbi, arriva nell’aul...

Lo scioglimento di Salemi per supposto «condizionamento esterno» dell’attività dell’amministrazione comunale retta da Vittorio Sgarbi, arriva nell’aula di Montecitorio grazie a un’articolata interpellanza presentata ieri giovedì 8 agosto dal deputato di maggioranza Mauro Ottobre. Nel ricostruire i tempi che portarono prima alla nomina di una Commissione di accesso agli attifino al clamoroso decreto di scioglimento, Ottobre passa in rassegna tutti i passaggi di un procedimento amministrativo in cui l’anomalia più evidente risulta l’assenza di contraddittorio,ovvero l’impossibilità, per il Comune e per i suoi amministratori (la Commissione, per esempio, non ha mai sentito Sgarbi, mentre ha raccolto le considerazioni politiche dei consiglieri comunali di opposizione riversandole nella relazione come fossero “fonti di prova”) di poter confutare tutte le ricostruzioni e le interpretazioni errate –in molti casi veri e propri falsi oggettivi–contenute nella relazione della Commissione (composta, fatto davvero bizzarro,dagli stessi organi investigativi che hanno condotto le indagini dell’operazione «Salus Iniqua») che successivamente indussero il Consiglio dei Ministri, senza alcuna possibilità di verifica e riscontri «terzi», ad adottare la drastica decisione. Nell’interpellanza (rivolta ai ministri della Giustizia, dell’Interno e della Difesa, quest’ultimo chiamato in causa per il coinvolgimento di appartenenti all’Arma dei Carabinieri) Mauro chiede «se si intenda verificare l'operato della Commissione di accesso agli atti del comune di Salemi, il metodo di verifica adottato sugli atti della giunta Sgarbi, se si sia proceduto con imparzialità e nel rispetto del contraddittorio, e sottoporre dunque a un riscontro oggettivo le conclusioni della stessa Commissione che hanno indotto il Consiglio dei Ministri a votare lo scioglimento del comune di Salemi; se siano state avviate indagini a seguito delle denunce di Vittorio Sgarbi sulle infiltrazioni della mafia nel settore dell'eolico e del fotovoltaico;se dalle dimissioni di Sgarbi da sindaco di Salemi, e cioè se dal 15 febbraio del 2012 ad oggi siano stati autorizzati nel territorio comunale nuovi impianti eolici e fotovoltaici, chi siano i proprietari e i beneficiari». Nella giornata di ieri l’ex sindaco di Salemi ha consegnato, nel corso di un incontro svoltosi al Viminale,il testo dell’Interpellanza al nuovo Capo di Gabinetto del Ministero dell’Interno, il prefetto Luciana Lamorgese, oltre a una corposa documentazione sull’attività svolta da Sgarbi negli anni della sindacatura a Salemi.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie