Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 29 Novembre 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Si fingono agenti della Guardia di Finanza per rapinare commerciante, arrestati - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

3

0

Testo

Stampa

Sport
Trapani-Erice

Si fingono agenti della Guardia di Finanza per rapinare commerciante, arrestati

16 Marzo 2013 10:44, di Redazione
Si fingono agenti della Guardia di Finanza per rapinare commerciante, arrestati
Sport
visite 607

Arrestati ieri sera, da agenti della Squadra Mobile di Trapani, i componenti di una banda di rapinatori che si spacciavano per appartenenti alla Guardia di Finanza. In manette sono finiti quattro palermitani e un pugliese accusati di sequestro di persona e rapina aggravata. La banda è riuscita ad introdursi nell'abitazione di un facoltoso commerciante in via Cariddi a Erice Casa Santa simulando una perquisizione ad opera delle Fiamme Gialle. Indossavano, infatti, giubbotti recanti i contrassegni del corpo. Una volta entrati in casa, però, i malviventi hanno condotto la moglie e i tre figli del commerciante, di sedici, tredici e nove anni, nella cucina, privandoli dei cellulari e tenendoli sotto la minaccia di una pistola mentre il capo famiglia veniva condotto in un'altra abitazione di sua proprietà, poco distante, dove gli è stato intimato di aprire la cassaforte. L'intervento della Polizia  - che era già sulle tracce della banda, ha, però, impedito di portare a termine il colpo perché due dei componenti sono stati bloccati per strada lungo il tragitto verso l'abitazione di via Cariddi dove si erano recati a prendere le chiavi della cassaforte. Subito dopo veniva rintracciato e liberato il commerciante, rimasto sotto la minaccia di un altro rapinatore, e anche il resto della famiglia. L'uomo che teneva in ostaggio la donna e i tre ragazzi, alla vista dei poliziotti ha provato a reagire e, nel corso della colluttazione con gli agenti, ha riportato un trauma cranico con prognosi di dieci giorni. Uno dei due poliziotti che lo hanno bloccato ha riportato una frattura ad una mano mentre l'altro una ferita non grave alla testa. La perquisizione effettuata all'interno dell'auto della banda, una Wolkswagen Golf risultata rubata a Palermo, ha consentito di rinvenire tre giubbotti con la scritta “Guardia di Finanza”, due distintivi e  tesserini falsi della Guardia di Finanza, riportanti foto e  generalità di due dei rapinatori, e un lampeggiante mobile da posizionare sul tetto dell'auto. Questi i nomi degli arrestati che si trovano adesso dietro le sbarre della Casa circondariale di Trapani: Giuseppe Amato, quarantanove anni, Giovanni Beone, quarantotto anni, Giuseppe Marrone, quarantanove anni, Antonio Patti, cinquantaquattro anni, Luigi Verdone, quarantatrè anni. Le indagini erano state avviate lo scorso 6 dicembre, quando un altro cittadino, residente a Trapani in via Petrella 19, era rimasto vittima di una rapina, avvenuta con le stesse modalità, alla quale avevano partecipato sei persone armate di pistola e camuffate da agenti della Guardia di Finanza. Anche in quel caso la banda era riuscita ad introdursi nell'abitazione col pretesto di dover compiere una perquisizione. Gli investigatori non escludono un collegamento tra i due episodi. Della rapina è stato informato anche il magistrato della Procura di Palermo che si occupa delle indagini condotte dalla Squadra Mobile di Palermo sul sodalizio criminale, indiziato di aver commesso svariate rapine con le stesse modalità anche nel territorio di Palermo e provincia.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings