Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 21 Ottobre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

"Sicilia Munnizza Free", quando i rifiuti diventano risorsa - Trapani Oggi

0 Commenti

2

0

0

0

0

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

"Sicilia Munnizza Free", quando i rifiuti diventano risorsa

05 Novembre 2018 17:50, di Redazione
"Sicilia Munnizza Free", quando i rifiuti diventano risorsa
Attualità
visite 577

"Sicilia Munnizza Free", quando i rifiuti diventano risorsa Presentati stamane a Trapani l’EcoForum provinciale sui rifiuti e l'iniziativa “100 Piazze per differenziare”, promossi da Legambiente Sicilia in collaborazione con Coldiretti Sicilia e l'Amministrazione comunale trapanese, che si terranno, rispettivamente, venerdì 9 novembre nell’ex sala consiliare di Palazzo D’Alì e il 10 novembre in via Virgilio.Le attività rientrano nell’ambito del progetto “Sicilia Munnizza Free”, avviato nella primavera scorsa su tutto il territorio regionale, grazie al contributo del CONAI, partner principale, ed al patrocinio della Regione Siciliana, nonché al sostegno di numerose aziende del settore.
Ad illustrare l’iniziativa il sindaco di  Trapani Giacomo Tranchida, l’assessore Ninni Romano, Massimo Piacentino della Conldiretti, Carlo Guarnotta Presidente della Trapani servizi e l’organizzatore Tommaso Castronovo di Legambiente. Ad aprire i lavori è stato Tommaso Castronovo, coordinatore del progetto "Sicilia Munnizza Free": “Sulla scorta dell’esperienza molto apprezzata dell’Ecostazione progettata e gestita dal nostro circolo di Piazza Armerina, abbiamo pensato di realizzare delle stazioni ecologiche temporanee per offrire ai cittadini l’opportunità di toccare con mano, in tempo reale, la convenienza della raccolta differenziata mediante il conferimento di rifiuti separati in modo ottimale che, a Trapani, daranno diritto, a raggiungimento del target, a buoni del valore di 1€ da spendere presso le aziende del mercato di Coldiretti. Le tipologie di rifiuti valorizzabili sono imballaggi in carta e cartone, vetro, plastica, metalli. Ogni frazione dovrà essere conferita separatamente e contenuta in sacchi trasparenti o, comunque, in modo tale da consentire l’ispezione da parte degli operatori addetti al controllo ed alla pesatura. Il peso sarà quindi convertito in ecopunti secondo una precisa tabella di valorizzazione ed al raggiungimento della soglia minima di 40 ecopunti si avrà diritto al buono. Con questa attività intendiamo rafforzare l’azione di comunicazione, cioè di informazione e sensibilizzazione verso i cittadini, prevista nell’ambito del progetto “Sicilia Munnizza Free” che abbiamo avviato nella primavera di quest’anno su tutto il territorio regionale, grazie al contributo del CONAI, nostro partner principale, ed al patrocinio della Regione Siciliana, nonché al sostegno di numerose aziende del settore”.
“La raccolta differenziata è di per sé una sconfitta – ha dichiarato il Sindaco Giacomo Tranchida – perché è a monte che bisognerebbe risolvere la problematica dei rifiuti. Chi produce dovrebbe ridurre al minimo il confezionamento ed usare realmente prodotti riciclabili. Bisognerebbe rivedere la maniera e la mentalità di produrre e consumare. Siamo travolti da potentati economici che nulla hanno a che fare con il rispetto dell’ambiente, ha proseguito il Sindaco.  Chi ne paga le spese, come al solito, sono i cittadini. Mi auguro comunque che la lodevole iniziativa di Legambiente possa contribuire a far costruire una mentalità ecosostenibile in ogni azione della nostra vita quotidiana”
“Siamo compiaciuti di essere partner dell’iniziativa 100 piazze per differenziare - afferma Massimo Piacentino, delegato Giovani di Coldiretti – . Fare la spesa presso il mercato di campagna amica, in via Virgilio puo’ essere considerata  un’azione politica a favore della sostenibilità territoriale. L’attività rientra nell’ambito del progetto “Sicilia Munnizza Free”, avviato nella primavera scorsa su tutto il territorio regionale, grazie al contributo del CONAI, partner principale, ed al patrocinio della Regione Siciliana, nonché al sostegno di numerose aziende del settore.

© Riproduzione riservata

Commenti
"Sicilia Munnizza Free", quando i rifiuti diventano risorsa
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie