Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 09 Aprile 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

"Sindaco a casa e mi candido". Fazio presenta la mozione di sfiducia - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

0

1

14

Testo

Stampa

Video
Trapani

"Sindaco a casa e mi candido". Fazio presenta la mozione di sfiducia

30 Maggio 2014 14:10, di Ornella Fulco
"Sindaco a casa e mi candido". Fazio presenta la mozione di sfiducia
Video
visite 242

Ben ventiquattro pagine, con una premessa in diritto e una serie di paragrafi nei quali vengono contestati i punti non realizzati del programma elettorale e alcune singole questioni amministrative. Questo il contenuto nella mozione di sfiducia, elaborata dal gruppo consiliare "Uniti per il Futuro" e presentata stamane alla stampa dal suo capogruppo, l'onorevole Girolamo Fazio. Al suo fianco i consiglieri comunali Franco Ravazza e Giuseppe Ruggirello (1953), Francesco Salone (Forza Italia) e l'indipendente Nino Bianco. Sul tavolo, quindi, ci sono già sei delle dodici firme necessarie per la presentazione della mozione e la sua discussione in Consiglio comunale dato che, in conferenza stampa Salone ha preannunciato l'intenzione del suo capogruppo, Vito Mannina, di firmarla. Il gruppo di Forza Italia, peraltro, si riunirà mercoledì prossimo per decidere da che parte schierarsi. "Io ho già deciso - ha sottolineato Salone - e mi auguro che anche i miei colleghi siano coerenti con la richiesta, da noi più volte avanzata, delle dimissioni del sindaco". "Il sindaco ha disatteso il programma elettorale - si legge nella mozione di "Uniti per il Futuro" - e fin da subito ha mostrato di non tener conto di quella continuità operativa e amministrativa che l'azione della precedente amministrazione che egli aveva garantito ai cittadini trapanesi nel corso della campagna elettorale". "Ho fatto un erore a sostenerlo - ha ammesso chiaramente Fazio stamane - e me ne sono accorto già dopo una settimana dall'insediamento di Damiano". Nella mozione, oltre a sottolineare una serie di questioni come la vicenda della Tares e la gestione delle politiche relative al ciclo dei rifiuti, la gestione "approssimativa" del patrimonio comunale, l'abbandono di immobili importanti come la scuola "Buscaino Campo" e l'"improvvido" tentativo di vendere il Lazzaretto, l'istituzione della Ztl e della tassa di soggiorno senza dare istruzioni agli operatori del settore e la "pessima" gestione delle complesse vicende politico-amministrative derivanti dalla soppressione della Provincia regionale (Luglio Musicale, Biblioteca Fardelliana, Consorzio Universitario), si sottolineano anche le "insufficienti" risposte del sindaco Damiano agli atti ispettivi, la mancata presentazione di relazioni annuali, il mancato avviamento o completamento di importanti opere pubbliche. Fazio ha voluto fare chiarezza sulla sfiducia: "Si voterà a scrutinio palese e così ognuno di noi consiglieri si assumerà le proprie responsabilità. Ho già trasmesso la bozza della mozione al Pd. Sarebbe ridicolo presentarne più di una". Il riferimento è all'analoga iniziativa dei Democratici che domani, nella loro sede di via Pantelleria, presenteranno alla stampa la loro mozione per mandare a casa Damiano. "In queste ore - ha proseguito Mimmo Fazio - contatterò tutti i consiglieri comunali e mi auguro che questo documento possa essere presentato per poterlo, quanto meno, discutere in Consiglio comunale". Poi un affondo contro Damiano: "Un camaleonte in confronto a lui è poca cosa". Lo scenario, almeno da questa parte politica, è chiaro: Fazio è pronto "a metterci la faccia o niente", nel senso che, qualora si riuscisse a sfiduciare l'attuale sindaco, non intende sostenere nessun altro candidato e la sua proposta viaggerebbe sulle gambe di un progetto civico. "Ho già sbagliato una volta", ha sottolineato. E sui rapporti con il Partito democratico è stato altrettanto chiaro: "Con il Pd saremo sicuramente contro a meno che non si possa trovare una sintesi su un progetto condiviso". "Mi auguro - ha concluso Fazio - che entro la prossima settimana si possa avere un quadro chiaro sul futuro della mozione. Trapani non può permettersi ancora di non avere punti di riferimento. Io ho lasciato il Comune con 25 milioni di euro di finanziamenti. Che cosa ne è stato fatto?". Alla conferenza stampa erano presenti "come ospiti" alcuni esponenti del Movimento Cinque Stelle. "Mi hanno chiesto di essere presenti - ha detto il capogruppo di "Uniti per il Futuro" - ed io non ho potuto fare altro, visto che sono una persona democratica, che accontentarli".

© Riproduzione riservata

Loading the player...
Commenti
"Sindaco a casa e mi candido". Fazio presenta la mozione di sfiducia
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings