Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 24 Giugno 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Smaltimento degli sfalci, al via collocazione dei cassoni - Trapani Oggi

0 Commenti

4

2

5

0

1

Testo

Stampa

Attualità
Castelvetrano

Smaltimento degli sfalci, al via collocazione dei cassoni

27 Maggio 2014 11:55, di Ornella Fulco
Smaltimento degli sfalci, al via collocazione dei cassoni
Attualità
visite 674

E' iniziata stamane, a Castelvetrano, la collocazione dei cassoni che agevoleranno i cittadini nello smaltimento degli sfalci da potatura nei loro terreni. Uno è collocato a Marinella di Selinunte, in via Calipso, su un terreno di proprietà comunale ed un altro a Triscina di Selinunte, in via quattro, proprio all’ingresso della borgata, nei pressi di un azienda che vede materiale per l’edilizia. I cittadini potranno depositarvi rami, erbacce e tutti gli scarti derivanti dalla potatura nei propri terreni e giardini, senza dover pagare alcun costo. Sarà cura, poi, dell'amministrazione comunale provvedere al ritiro dei materiali. Nel corso della settimana uno di questi cassoni sarà collocato in città, su un terreno che si trova nell’area artigianale. Dal Comune raccomandano ai cittadini di utilizzare i cassoni solo per depositare materiale vegetale e non la comune spazzatura. L’amministrazione ricorda anche che, nelle scorse settimane, è stata emanata un’ordinanza che inasprisce le sanzioni nei confronti di coloro che non rispettano le ordinanze anti-incendio. Le sanzioni sono passate da 200 a 600 euro e, inoltre, una pattuglia del nucleo di Polizia ambientale monitorerà le aree abbandonate per segnalare eventuali illeciti e comminare le opportune sanzioni. I proprietari e/o conduttori di aree private e pubbliche, incolte o abbandonate, che ricadono in zone con folta vegetazione, antropizzate e non, e anche di terreni non edificati e aree a verde in precario stato di manutenzione, hanno l'obbligo di procedere, a propria cura e spese, alla ripulitura di questi spazi da stoppie, frasche, cespugli, arbusti e residui di coltivazione e al taglio di siepi vive, erbe e rami che si protendono sul ciglio stradale. E', inoltre, prescritto l'obbligo di sgomberare le aree da detriti, immondizie, materiali putrescibili e quant'altro possa essere veicolo di incendio.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings