Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 09 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Smaltimento rifiuti, il sindaco lancia allarme alla Regione - Trapani Oggi

0 Commenti

4

1

4

0

1

Testo

Stampa

Attualità
San Vito Lo Capo

Smaltimento rifiuti, il sindaco lancia allarme alla Regione

19 Agosto 2017 16:09, di Redazione
Smaltimento rifiuti, il sindaco lancia allarme alla Regione
Attualità
visite 419

Interventi urgentissimi per lo smaltimento dei rifiuti, che in questi giorni di enorme afflusso turistico rappresentano il maggiore problema per la nota località balneare, sono stati chiesti dal sindaco di San Vito Lo Capo, Matteo Rizzo, alla Regione Siciliana. Nella nota inviata al Presidente Crocetta e all'Assessorato dei Servizi di Pubblica Utilità il sindaco evidenzia come il limite delle 26,1 tonnellate giornaliere di rifiuti indifferenziati, autorizzati straordinariamente ae essere conferiti nella discarica trapanese di contrada Borranea, sia insufficiente e chiede di incrementare la portata di ulteriori 30 tonnellate giornaliere fino al prossimo 30 settembre. I tentativi per trovare altre discariche dove portare i rifiuti in eccedenza non hanno dato alcun risultato, e oggi la situazione è al collasso. Rizzo paventa un duplice, gravissimo, pericolo: “l'insorgenza di gravi problemi igienico sanitari” e la possibilità che questa situazione “si ripercuota negativamente anche sulla qualità dell'offerta turistica e, quindi, sull'economia dell'intero territorio, sull'immagine di San Vito e della Sicilia intera”. Il sindaco evidenza come il paese oggi rappresenti una delle punte di diamante del turismo nazionale, ospitando migliaia di turisti provenienti da ogni dove, Italia ed estero: una delle terribili conseguenze del mancato smaltimento dei rifiuti “lasciati ovunque in aree pubbliche per indisponibilità di conferimento in discarica” secondo Rizzo potrebbe essere “l'abbandono in anticipo del paese da parte di migliaia di turisti che, già l'anno prossimo, per le loro vacanze potrebbero scegliere altre destinazioni meglio organizzate”. Gli operatori ecologici stanno facendo il possibile per mantenere pulita jj cittadina ma, senza la possibilità di portare in discarica i rifiuti indifferenziati, ogni sforzo rischia di essere vano: “Alla Regione chiedo di incrementare urgentemente le tonnellate da smaltire – dice il sindaco – ovvero di trovare con altrettanta urgenza soluzioni alternative presso altre discariche”. La problematica rischia di aggravarsi ulteriormente con la chiusura della discarica trapanese: “Si parla del 23 agosto quale data chiusura – dice Rizzo – ma ancora non è stata trovata alcuna soluzione. La situazione da grave rischia di trasformarsi in gravissima, con danni non quantificabili per la salute pubblica e l'economia del territorio”.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings