Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 08 Agosto 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Sosta dipendenti del Municipio: le "pari opportunità" del sindaco - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

0

1

5

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Sosta dipendenti del Municipio: le "pari opportunità" del sindaco

07 Ottobre 2015 17:08, di Niki Mazara
Sosta dipendenti del Municipio: le "pari opportunità" del sindaco
Attualità
visite 292

Il circolo trapanese "Franca Rame" dell'UDI (Unione Donne in Italia) con una nota a firma della sua presidente, Valentina Colli, stigmatizza l'ordinanza con la quale il sindaco Vito Damiano autorizza i componenti dello suo staff, "spesso impegnati fino a tarda ora serale", a parcheggiare nelle immediate vicinanze di Palazzo D'Alì, richiamando l'esigenza di "tutelare la sicurezza delle lavoratrici addette all'ufficio per evitare o limitare i pericoli di aggressione, rapine o altri atti violenti". Il documento, in questi giorni, è rimbalzato anche sulle pagine dei social network non mancando di suscitare stupore e qualche polemica. "Riteniamo estremamente limitante l'iniziativa del Primo Cittadino - commenta la presidente Colli - sia in forma che in sostanza. Essa non solo non propone una soluzione strutturale al problema della criminalità diffusa e al mantenimento della pubblica sicurezza ma, piuttosto, dispone una soluzione emergenziale: come se la sicurezza delle strade possa essere circoscritta ad un luogo, ora ed occasione determinata ed utile a questa Amministrazione e non la riguardasse per tutto il resto. Inoltre, ammiccando alle politiche femminili, non solo induce ad una mortificante classifica tra le lavoratrici dell'Ufficio di Gabinetto e le altre impiegate comunali ma, cosa ancor più grave, opera una discriminazione tra cittadini di serie A e di serie B, laddove i privilegiati sono evidentemente gli impiegati comunali". "Quando parliamo del ruolo delle donne nell'elaborazione culturale e politica della società - prosegue Valentina Colli - non intendiamo certamente un'idea di ghettizzazione o di privilegio ma, piuttosto, di partecipazione e coesione sociale, dove tutti i cittadini siano uguali nei loro diritti, a prescindere dal sesso o, come in questo caso, dall'impiego. In tal senso, vorremmo suggerire al Sindaco di ripensare la Città negli aspetti dell'accoglienza, rilancio, vivibilità, pulizia e sicurezza con una politica di visione e lungimiranza, che dia risposte e soluzioni concrete: tutti i cittadini hanno bisogno di vivere in una città in cui la sicurezza non sia abdicabile o barattabile con strisce blu e tassametri; in cui i servizi ed il welfare garantiscano alle persone di vivere in pieno la cittadinanza; in cui le politiche femminili non siano declinate in una ordinanza sul parcheggio ma nelle ragioni delle Pari Opportunità". " Noi tutti - conclude la presidente della sezione trapanese dell'UDI - meritiamo una Città in cui la Politica svolga di nuovo un ruolo di costruzione sociale e non di effimero e circoscritto assistenzialismo".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings