Trapani Oggi

Stalking nei confronti della ex moglie, arrestato 51enne - Trapani Oggi

Petrosino | Cronaca

Stalking nei confronti della ex moglie, arrestato 51enne

10 Dicembre 2014 10:59, di Ornella Fulco
visite 579

Tormentava la ex moglie, il figlio e la suocera. A finire in manette per stalking, violazione di domicilio, molestie e ingiuria è stato il 51enne preg...

Tormentava la ex moglie, il figlio e la suocera. A finire in manette per stalking, violazione di domicilio, molestie e ingiuria è stato il 51enne pregiudicato Alessandro Piccione. L'uomo, di origine siracusana ma residente a Marsala, è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Petrosino guidati dal luogotenente Maurizio Giaramita. Alcuni giorni fa i militari dell’Arma erano intervenuti presso l'abitazione della ex moglie di Piccione dopo che l'uomo si era introdotto in casa e l’aveva aggredita, minacciata ed ingiuriata alla presenza del figlio e della madre, per poi dileguarsi. In quell'occasione la donna aveva riferito di aver ricevuto più volte minacce dall'ex marito. I carabinieri l'hanno convinta a sporgere denuncia rassicurandola che, nel frattempo, la zona sarebbe stata pattugliata in modo da intervenire con celerità nel caso in cui il pregiudicato fosse tornato a molestarla. Appena un’ora dopo, infatti, è giunta una seconda richiesta d’intervento da parte della donna dato che l'ex marito si era presentato davanti l'abitazione e tentava di entrarvi sferrando calci e pugni sia alla porta d’ingresso che alle tapparelle delle finestre. I militari della Stazione di Petrosino sono giunti in tempo brevissimo sul luogo e hanno sorpreso Alessandro Piccione sul retro dell’abitazione mentre prendeva a calci una porta d’alluminio. L'uomo è stato, quindi, fermato e condotto in caserma. Dai controlli effettuati è emerso che, negli anni, era già stato più volte denunciato dalla moglie per maltrattamenti in famiglia e condannato dal Tribunale di Marsala ad un anno e quattro mesi di reclusione. Il pregiudicato è stato tratto in arresto e condotto nella propria abitazione agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dinanzi il Tribunale di Marsala. L’Autorità giudiziaria marsalese ha avallato l’operato dei militari dell’Arma e, considerando la condotta persecutoria tenuta, ha confermato al misura restrittiva degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del processo.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie