Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 12 Agosto 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Stalli inesistenti (o quasi) per gli operatori del "noleggio con conducente" - Trapani Oggi

0 Commenti

3

2

0

1

2

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Stalli inesistenti (o quasi) per gli operatori del "noleggio con conducente"

19 Febbraio 2014 14:36, di Ornella Fulco
Stalli inesistenti (o quasi) per gli operatori del "noleggio con conducente"
Attualità
visite 230

Con una lettera consegnata al sindaco Vito Damiano e inviata, per conoscenza al Consiglio comunale e all'assessore al Turismo ed Eventi, gli operatori del settore "noleggio con conducente" del Trapanese hanno voluto segnalare le problematiche che affrontano quotidianamente, soprattutto nel periodo che va dall'1 aprile al 31 ottobre, in via Ammiraglio Staiti, nei pressi dell'imbarcadero per le isole Egadi. "Noi operatori minuti di regolari licenze rilasciate dai vari Comuni del comprensorio - scrivono - ci ritroviamo a non poter espletare il nostro regolare servizio di trasporto e prelievo/scarico clienti a causa di una totale mancanza di stalli appositi per il "noleggio con conducente". Gli operatori lamentano la mancanza di aree di sosta appositamente dedicate e raccontano di essere costretti a parcheggiare i loro mezzi negli stalli blu a pagamento per attendere l’arrivo degli aliscafi e dei clienti. "Il più delle volte - proseguono nella lettera consegnata al sindaco - la Polizia municipale non comprende il nostro problema e siamo soggetti ad essere verbalizzati se non rimuoviamo le auto dall’area dedicata al carico/scarico bagagli riservata ai cittadini (due stalli auto)". Gli operatori lamentano lo stesso tipo di problematica - che si verificherebbe, anzi, con molta più frequenza - all’aerostazione "Vincenzo Florio" di Birgi, dove a "noleggio con conducente" sono riservati sei stalli. "In aeroporto - scrivono - la situazione è ancor più drammatica, ci ritroviamo in orari di punta o nelle fasce orarie serali, con gli stalli occupati (a volte anche da autovetture private) e tantissime autovetture NCC obbligate a parcheggiare negli stalli riservati alle Forze dell’Ordine, al personale Enac o negli stalli riservati alle persone diversamente abili. Tutto ciò avviene, perché con un aereo appena atterrato, dobbiamo farci trovare nella zona Arrivi con un cartello per farci riconoscere dai nostri clienti che hanno prenotato il servizio di trasferimento". Gli operatori chiedono che l'amministrazione comunale ponga rimedio alle criticità segnalate "che, di fatto, impediscono l’esercizio della professione". "Siamo parte integrante del comparto turistico - concludono - e vogliamo dare sempre il massimo affinché la nostra città possa crescere per efficienza. Non pensiamo di chiedere una cosa improbabile, chiediamo solamente di poter esercitare il nostro lavoro nel miglior modo possibile".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings