Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 05 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Tasso illegale su prestito, Co.di.ci. blocca decreto ingiuntivo - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

2

1

2

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Tasso illegale su prestito, Co.di.ci. blocca decreto ingiuntivo

28 Luglio 2016 09:17, di Niki Mazara
Tasso illegale su prestito, Co.di.ci. blocca decreto ingiuntivo
Attualità
visite 414

Primo risultato positivo, con la consulenza dell'associazione di tutela dei cittadini Co.di.ci., nel caso di una coppia di coniugi destinataria di un decreto ingiuntivo, per la somma di 26mila euro, del Tribunale di Trapani dopo che, per sopraggiunti problemi economici, non riusciva più a pagare le rate mensili del debito contratto con una società finanziaria ceduto ad una società di recupero crediti. L'associazione Co.di.ci., grazie alla perizia effettuata da un proprio consulente commercialista sul prestito sottoscritto dai due nel 2012 e su una carta di credito tipo revolving, ha riscontrato il superamento della "soglia usura" del tasso di mora e anatocismo praticato sulla carta di credito. Sulla scorta delle risultanze della perizia di parte, tramite l'avvocato Vincenzo Maltese - segretario provinciale di Co.di.ci - nei 40 giorni di tempo previsti dalla legge, è stata presentata opposizione bloccando l'esecuzione ed eventuali pignoramenti e citando in giudizio dinanzi al Tribunale di Trapani la società finanziaria per il prossimo 13 dicembre. "Sempre più famiglie - sottolinea Maltese - si rivolgono a noi per far analizzare le condizioni relative ad un conto corrente, un mutuo o un prestito personale e, quasi sempre, i nostri esperti riscontrano anomalie in danno del cliente consumatore. Èbene sapere che, in caso di accertato superamento extra soglia del tasso di interesse, anche di quello di mora, il cliente ha diritto alla restituzione degli interessi già pagati e a non corrispondere quelli ancora da versare. Una boccata d'ossigeno per tante coppie oggi in difficoltà". L'associazione Co.di.ci può essere contattata al numero 389 134 3729 oppure inviando una mail a: osservatoriolegalitatrapani@gmail.com.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings