Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 14 Ottobre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Tendopoli di Kinisia, tre fuggono.Arriva Commissione consiliare - Trapani Oggi

0 Commenti

4

0

2

1

0

Testo

Stampa

Sport

Tendopoli di Kinisia, tre fuggono.Arriva Commissione consiliare

15 Aprile 2011 11:23, di Niki
Tendopoli di Kinisia, tre fuggono.Arriva Commissione consiliare
Sport
visite 115

Trapani, 15 Aprile 2011 - Tre immigranti in fuga dalla tendopoli di Kinisia. Due sono stati ripresi, uno a Paceco ed un altro a Marsala, il terzo è riuscito a dileguarsi. La fuga dei tunisini ospiti della tendopoli è dovuta al timore di un rinetro in patria, a seguito degli accordi tra Italia e Tunisia, per cui nella tendopoli si vive in uno stato di tensione. Intanto la VII Commissione Consiliare Permanente del Comune di Trapani “Problematiche delle frazioni” ha effettuato ieri un sopralluogo presso la tendopoli di contrada Kinisia. La delegazione del Consiglio Comunale era composta dal presidente della Commissione Antonino Bianco e dai componenti Giuseppe Marino, Giuseppe Pellegrino, Pietro Cognata, Vincenzo Abbruscato, Girolamo Ponzio, Giuseppe Ruggirello (1953), Antonino Barbera; era presente anche il Presidente del Consiglio Katia Bucaria. La delegazione ha riscontrato la sussistenza di condizioni sanitarie definite “pessime”, e all’unanimità ritiene assolutamente impensabile potere contenere in queste condizioni, e con questa formula logistica, tante persone immigrate o profughe, comunque arrivate dal nord Africa. La situazione socio-sanitaria viene ritenuta prossima al collasso, e certamente non in linea con lo spirito umanitario e solidaristico che sta alla base della disponibilità italiana ad ospitare quanti fuggono da condizioni di pericolo nel Maghreb. La evidente presenza di liquami e la carenza di igiene rendono indispensabile garantire la salute non solo degli ospiti della tendopoli, ma anche del personale militare e civile che vi opera; la delegazione del Comune ha appurato che, nonostante le pessime condizioni ambientali, molti degli ospiti manifestano serenità e disponibilità al dialogo, anche se non mancano lampanti situazioni di disagio che comportano un evidente stato di agitazione: “non è possibile esporre i civili e le forze dell’ordine ad eventuali reazioni inconsulte, determinate da queste condizioni”, è il parere unanime della delegazione. La Commissione ha assistito alla consegna di alcuni permessi di soggiorno temporanei; nel prendere atto con soddisfazione della possibilità data ai profughi di regolarizzare la loro posizione con il conseguente abbandono della tendopoli, i Consiglieri Comunali si sono augurati che nessun altro immigrato debba venire ospitato nella struttura, che ha dimostrato tutta quanta la sua inadeguatezza. Il dato positivo riscontrato nel sopralluogo è costituito dalla folta presenza di Forze dell’Ordine, che vale a restituire serenità agli abitanti della zona. Un encomio e la più sentita solidarietà, congiuntamente ai ringraziamenti, sono stati rivolti alle Forze dell’Ordine ed ai Civili che sono impegnati presso la tendopoli, che stanno garantendo assistenza e ordine; un sincero grazie è stato espresso anche al Questore di Trapani, che, pur in condizioni di estrema difficoltà, ha assicurato la presenza costante dei suoi Uomini, garanzia del rispetto delle leggi e della sicurezza pubblica. La delegazione del Comune, infine, ritiene opportuno e urgente che il Prefetto solleciti il competente Ministero affinché la struttura di accoglienza di contrada Milo sia ultimata il prima possibile, perché la tendopoli di Kinisia e altri eventuali accampamenti vengano definitivamente abbandonati, per rispetto della dignità umana degli immigrati, della sicurezza dei cittadini, per evitare possibili reazioni da parte di chi viene costretto a vivere in condizioni igieniche e ambientali tremende, e per evitare il diffondersi di vere e proprie epidemie.

© Riproduzione riservata

Commenti
Tendopoli di Kinisia, tre fuggono.Arriva Commissione consiliare
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie