Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 13 Giugno 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Tentano furto in un negozio, arrestati due ventenni - Trapani Oggi

0 Commenti

3

5

1

2

0

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani

Tentano furto in un negozio, arrestati due ventenni

01 Aprile 2016 13:22, di Ornella Fulco
Tentano furto in un negozio, arrestati due ventenni
Cronaca
visite 453

Pensavano di compiere un furto indisturbati e avevano anche manomesso le videocamere del sistema di sorveglianza per non correre il rischio di essere ripresi e riconosciuti ma sono stati sorpresi e arrestati dagli agenti della Squadra Volante di Trapani. A finire in manette sono stati Mirko Alvaro e Giovanni Angelo, entrambi 20enni, con diversi precedenti di polizia in materia di reati contro il patrimonio. I due sono attualmente sottoposti all'avviso orale da parte del Questore, misura preventiva diretta ad evitare la commissione di reati da parte di soggetti considerati socialmente pericolosi. Il tentato furto aggravato in concorso, questo il reato contestato, è avvenuto nella notte di tra mercoledì e giovedì scorsi ai danni di un'attività commerciale a Casa Santa-Erice. I poliziotti, giunti sul luogo dopo una telefonata al 113 che segnalava la presenza di giovani sospetti, si sono posizionati ai due ingressi del negozio per impedire la fuga ai malviventi. I due giovani si erano, infatti, già introdotti all’interno dei locali siti al pianterreno di uno stabile e sono stati bloccati, in flagranza di reato, mentre uno dei due aveva in mano un grosso scalpello da muratore. Durante la perquisizione, Giovanni Angelo è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico e di un giravite che custodiva in una tasca del suo giubbotto. I due oggetti sono risultati compatibili con le scalfitture presenti sulle porte dello stabile e del negozio, e sono stati sequestrati. Durante il sopralluogo, i poliziotti hanno anche verificato che le videocamere dell'impianto di sorveglianza erano state rivolte verso l'alto per impedire che riprendessero quanto stava accadendo. Ai due giovani, a cui è stato anche contestato il porto di armi od oggetti atti ad offendere, è stata applicata dal giudice del Tribunale di Trapani la misura cautelare degli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings