Trapani Oggi

Tonnara di Scopello, si cerca accordo per accesso pubblico al mare altrimenti si va al ricorso - Trapani Oggi

Castellammare del Golfo | Attualità

Tonnara di Scopello, si cerca accordo per accesso pubblico al mare altrimenti si va al ricorso

19 Novembre 2016 11:07, di Ornella Fulco
visite 925

La querelle per l'accesso pubblico alla spiaggia della Tonnara di Scopello registra un nuovo passaggio dopo la sentenza del Tar che aveva accolto il r...

La querelle per l'accesso pubblico alla spiaggia della Tonnara di Scopello registra un nuovo passaggio dopo la sentenza del Tar che aveva accolto il ricorso dei proprietari del bene contro impedendo l'accesso pubblico alla spiaggia e al mare antistante. Il Consiglio comunale di Castellammare del Golfo ha deciso di dare mandato al legale del Comune per presentare ricorso al Consiglio di Giustizia amministrativa e di avviare, nel frattempo, un confronto con la proprietà della Tonnara per trovare un accordo e, dunque, non ricorrere. I 17 consiglieri presenti hanno votato ieri sera l’atto d’indirizzo con cui il Consiglio comunale si oppone alla sentenza del Tar che, lo scorso 28 settembre, ha accolto il ricorso della Comunione Tonnara di Scopello&Guzzo sull’ordinanza dell'amministrazione comunale che aveva stabilito il libero accesso al mare. Il Tar aveva sospeso l’ordinanza lo scorso anno e a settembre si è pronunciato sul merito. Il sindaco Nicolò Coppola «in maniera estremamente democratica e avviando un libero confronto nel rispetto di tutti, in considerazione dei passaggi delicati che ci sono stati lo scorso anno e tenendo in considerazione la sentenza del Tar» ha chiesto al Consiglio comunale di discutere la questione. «Nell’interesse della città, nel rispetto del luogo e della proprietà privata, occorre tenere in considerazione che a Scopello ci troviamo davanti a quello che tutti noi consideriamo un bene pubblico. Non abbiamo interesse a fare la guerra - ha detto Coppola in Consiglio comunale - perché nella guerra perdono un po’ tutti; vogliamo, invece, pervenire ad una soluzione condivisa che rispetti il bene monumentale e la proprietà privata e, nello stesso tempo, accolga le istanze dei cittadini e dell’associazionismo». L’atto è stato emendato con varie proposte dal consigliere del gruppo "SiAmo Castellammare", Giuseppe Cruciata, e sub emendato dal consigliere del Pd Daniela Blunda. Dieci consiglieri di maggioranza hanno votato favorevolmente l’atto, cinque consiglieri si sono detti contrari (i consiglieri di minoranza Motisi, Galante, Naso, De Simone ed il consigliere di maggioranza Mario Maltese) e due si sono astenuti (i consiglieri di minoranza Ancona e Di Bartolo). Il documento sub emendato demanda al sindaco di attivarsi conferendo mandato all’avvocato di predisporre il ricorso al Cga ma di attendere il termine ultimo per la notifica del ricorso, fissata per il prossimo 27 novembre. L'accordo a cui si tende prevede una serie di obiettivi: "creazione di un Polo museale, con la possibilità di dare origine ad una sinergia tra il Comune, la proprietà e le scuole di Castellammare del Golfo per lo svolgimento dell’alternanza scuola lavoro e la realizzazione di eventuali progetti, dando la possibilità alle scolaresche della città di visitare il complesso monumentale gratuitamente. A tal proposito il Comune di Castellammare del Golfo si renderà disponibile al partenariato con i proprietari del complesso monumentale al fine per attingere a contributi comunitari”. Il Consiglio comunale chiede anche la “disponibilità gratuita del sito per la realizzazione, da parte del Comune, di manifestazioni annuali aventi rilievo nazionale ed internazionale, da concordare preventivamente con la proprietà della Tonnara” e la “disponibilità da parte dei proprietari della Tonnara, a rendere fruibile gratuitamente l’intero sito, comprensivo sia del bene monumentale sia del mare antistante, ad un numero predeterminato di visitatori e in periodi prestabiliti, da concordare preventivamente tra le parti”, quindi “collaborazione fattiva con i proprietari del complesso monumentale della Tonnara, senza oneri per il Comune, al fine di creare, potenziare o migliorare servizi e infrastrutture di Scopello”. Il Consiglio comunale, inoltre, si è impegnato “contestualmente a vigilare affinché si avviino prima possibile le trattative volte a bilanciare i contrapposti interessi del pubblico e del privato” e si impegna anche a dare mandato al sindaco “di non proseguire con il contenzioso davanti al Cga in qualsiasi fase già si trovi, anche prima del termine ultimo per la notifica del ricorso, nel momento in cui venga siglato un protocollo d’intesa in tal senso tra gli enti interessati che dovrà essere comunicato al Consiglio comunale alla prima seduta utile calendarizzata”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie