Trapani Oggi

Tonnare, politici e imprenditori impegnati per riavvio - Trapani Oggi

Trapani | Economia

Tonnare, politici e imprenditori impegnati per riavvio

18 Dicembre 2015 08:00, di Niki Mazzara
visite 648

Dopo l'incontro di qualche giorno fa tra il direttore del Dipartimento Pesca dell’assessorato all’Agricoltura, Dario Cartabellotta, il parlamentare re...

Dopo l'incontro di qualche giorno fa tra il direttore del Dipartimento Pesca dell’assessorato all’Agricoltura, Dario Cartabellotta, il parlamentare regionale Nino Oddo e l’imprenditore Nino Castiglione che ha espresso disponibilità a riavviare la pesca del tonno dando supporto anche ad un progetto di recupero delle antiche muciare della tonnara di Bonagia, arriva quello tra il sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto, i rappresentanti di Confindustria Sicilia e Trapani e l’assessore regionale all’Agricoltura e Pesca Antonello Cracolici. Il vicepresidente vicario dell’associazione degli industriali siciliani Giuseppe Catanzaro, il presidente di Confindustria Trapani Gregory Bongiorno ed il suo vice Filippo Amodeo hanno confermato sostegno ad un progetto per riavviare la tonnara anche a Favignana. Confindustria punta a coinvolgere anche il sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe Castiglione che, nei giorni scorsi, ha annunciato le importanti misure relative alla pesca del tonno rosso assunte a Bruxelles. In particolare, l’aumento del 20% della quota per il 2016 e il mantenimento, per l'Italia, dell'attuale dispiegamento composto da 12 pescherecci che adottano il sistema della circuizione, 30 che utilizzano i palangari e dalle 6 tonnare fisse. “L’auspicio – ha dichiarato Bongiorno al termine dell’incontro – è che, attraverso il ripristino dell’attività della tonnara, si possa dare nuovo impulso al settore della pesca del tonno, ma, soprattutto, che si possa puntare ad una strategia di sviluppo del settore turistico che coniughi cultura e tradizione in armonia con il territorio”. Sulle decisioni di Bruxelles si registra anche l'intervento della senatrice trapanese Pamela Orrù che si dice "particolarmente soddisfatta per il risultato ottenuto dal nostro Dicastero. Non deve essere dimenticato che la Sicilia – ha ricordato la parlamentare del Pd - è sempre stata la terra delle tonnare. Infatti le tonnare di Bonagia e Favignana hanno costituito, fino a quando sono state attive, il tradizionale esempio di grande tonnara siciliana ed hanno da sempre avuto una grande importanza economica e sociale per il territorio”. “Auspico - ha continuato la senatrice Orrù - che il Ministero dell'Agricoltura e della Pesca, insieme a tutti i soggetti preposti, laddove sussistano le condizioni per una reale ripresa dell'attività a termini di legge, contribuiscano al riavvio della tonnara di Favignana ed al ripristino della tradizionale pesca con una eventuale assegnazione di quote di tonno rosso che, tra l'altro, non sarebbe in contrasto con le norme dell'Area marina protetta Isole Egadi, considerata un modello di gestione a livello nazionale. Anzi, la tonnara costituirebbe una forma di pesca sostenibile auspicata anche dai rappresentanti della stessa Riserva marina”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie