Trapani Oggi

Trapani, Il consiglio provinciale aderisce al "Nastro rosa" - Trapani Oggi

Cultura

Trapani, Il consiglio provinciale aderisce al "Nastro rosa"

11 Ottobre 2012 12:50, di Niki Mazzara
visite 710

Trapani, 11 Ottobre 2012-Anche il Consiglio Provinciale di Trapani intende aderire alla campagna “Nastro rosa” per la prevenzione del tumore al seno, ...

Trapani, 11 Ottobre 2012-Anche il Consiglio Provinciale di Trapani intende aderire alla campagna “Nastro rosa” per la prevenzione del tumore al seno, promossa a livello nazionale dalla Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori, con il sostegno dell'Upi, l'Unione delle Province Italiane.  Nel corso dell’ultima seduta, infatti, il Consigliere Caterina Agate ha presentato lo schema di ordine del giorno, prontamente sottoscritto anche dagli altri Consiglieri-donne: Anna Maria Angileri, Giovanna Benigno e Antonella Pollina (predisposto dalla Consulta Pari Opportunità dell’Upi), che impegna l'Ente Provincia ad attivarsi affinché si prosegua e si intensifichi la collaborazione con le Associazioni di Volontariato presenti sul territorio per aumentare la sensibilizzazione sulla prevenzione dei tumori; si attui un'opera di informazione presso le Amministrazioni Comunali sul tema e sulle opportunità per le donne del territorio proposte dalla Campagna "Nastro rosa"; sostenga la Campagna "Nastro rosa" per la prevenzione del tumore al seno con l'invito a tutti gli stessi Consiglieri e Amministratori provinciali ad indossare, per tutto il mese di ottobre nelle occasioni istituzionali, il nastrino rosa, simbolo di una battaglia che deve essere vinta, per salvare la vita ad un numero sempre maggiore di donne. Ho già dato le opportune disposizioni – afferma a questo proposito il Presidente Peppe Poma – affinché lunedì prossimo, quando l’Aula tornerà a riunirsi per procedere anche all’approvazione di questo ordine del giorno, ogni Consigliere indossi il nastrino rosa. Si tratta – aggiunge il Presidente Poma – di una iniziativa che ha notevole valenza sociale e culturale perché, come evidenzia lo stesso O.d.G., dopo le malattie cardiovascolari, i tumori rappresentano la principale causa di morte femminile e tra i tumori più frequenti nelle donne al primo posto si colloca quello al seno, costituendo attualmente quasi il 30 per cento di tutte le diagnosi tumorali. Il tumore al seno – si afferma ancora nell’ordine del giorno - colpisce una donna su dieci e ogni anno in Italia vengono diagnosticati 37.000 nuovi casi; nonostante il continuo aumento dell'incidenza, oggi però di tumore al seno si muore meno che in passato, grazie ai continui progressi della medicina, ma soprattutto grazie alla diagnosi precoce, ottenuta tramite un'efficace e tempestiva prevenzione. Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono da una parte l'informazione sulle cause di tumore e quindi sull'adozione di adeguati comportamenti di vita mirati a evitare l'insorgenza del tumore stesso (cosiddetta prevenzione primaria) e la diagnosi precoce tramite screening (cosiddetta prevenzione secondaria), con il traguardo più importante che permetta di passare dall' 80 per cento attuale al 100 per cento di guaribilità del tumore al seno.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie