Trapani Oggi

Trasporti: la Regione proroga i servizi integrativi per le isole minori - Trapani Oggi

Attualità

Trasporti: la Regione proroga i servizi integrativi per le isole minori

07 Ottobre 2022 08:27, di Laura Spanò
visite 879

Il trasporto rimane ancora nelle mani di Liberty Lines e Caronte&Tourist

E' ormai un dato di fatto. Di proroga in proroga i collegamenti marittimi fra la Sicilia e le isole minori rimangono ancora nelle mani di due compagnie di navigazione: Liberty Lines per i collegamenti via aliscafo e Caronte&Tourist per i traghetti. Ad oggi così, nonostante i servizi offerti non sono proprio ottimali, il duopolio rimane. L'ultimo atto di questa vicenda è di giovedì scorso.

La Regione infatti per garantire la continuità nei collegamenti marittimi nelle isole minori, ha per motivazioni diverse concesso ancora una volta a queste due compagnie di navigazione che gestiscono in concessione i collegamenti marittimi fra la Sicilia e le isole minori: “un’ulteriore proroga tecnica”. L'ennesima. In particolare il dipartimento Trasporti ha decretato in favore di Liberty Lines una “proroga tecnica”, fino al 31 dicembre prossimo, del trasporto passeggeri in aliscafo nelle more che venga definito il procedimento di aggiudicazione dei lotti messi a gara. Fatta eccezione per quello relativo alle Pelagie, dove la società del gruppo Morace è stata esclusa per aver presentato mezzi non adeguati.

Per aggiudicare il bando di gara e stipulare i nuovi contratti di servizio per i collegamenti con le isole minori tramite mezzi veloci, la Regione attende “il completamento da parte delle autorità competenti delle verifiche antimafia”. Motivo per cui i dirigenti Fulvio Bellomo e Dora Piazza hanno dato l’ok a una “procedura negoziale” finalizzata ad estendere, “ai valori economici in atto già previsti”, i contratti firmati nel 2016 e scaduti nel 2020, prolunganti negli ultimi due anni a causa dell’emergenza Covid. Liberty Lines e Caronte&Tourist sono state le uniche società che hanno partecipato alle gare bandite dalla Regione lo scorso aprile, dopo un precedente avviso andato deserto. Un affare da 67 milioni all’anno, al quale si aggiungono i collegamenti garantiti dallo Stato con una concessione del valore di 55 milioni all’anno che scadrà nel 2028. Con la proroga sono stati di fatto ripristinati gli orari mattutini che garantiscono una mobilità adeguata alle esigenze di studenti, lavoratori pendolari e cittadini dell'arcipelago delle Egadi.

Soddisfatto si dichiara il sindaco Francesco Forgione: «Pur con i tagli operati alle linee nazionali, siamo riusciti a rimodulare gli orari mattutini, garantendo una mobilità adeguata alle esigenze di studenti, lavoratori pendolari e cittadini delle nostre isole. Si tratta di una situazione provvisoria, in virtù della proroga fino al 31 dicembre 2022, in attesa dell’aggiudicazione del nuovo bando dei trasporti che entrerà a regime il prossimo 1 gennaio 2023. Il taglio di una tratta ministeriale, in questi mesi, con la soppressione di diverse linee, è per noi inaccettabile. Continueremo a vigilare e ci confronteremo con il Governo nazionale, regionale e con la compagnia di navigazione affinché, dal prossimo anno, con l’aggiudicazione del bando, si possano migliorare i servizi a tutela dei cittadini e delle cittadine di Favignana, Levanzo e Marettimo».

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie