Trapani Oggi

"Turismo e Territorio" chiede chiarezza ad Airgest sugli accordi con Ryanair - Trapani Oggi

Trapani-Erice | Sport

"Turismo e Territorio" chiede chiarezza ad Airgest sugli accordi con Ryanair

12 Dicembre 2013 17:01, di Redazione
visite 460

Gli operatori turistici, del trasporto e della ristorazione riuniti nel movimento “Turismo e Territorio” chiedono chiarezza sul futuro dell'aeroporto ...

Gli operatori turistici, del trasporto e della ristorazione riuniti nel movimento “Turismo e Territorio” chiedono chiarezza sul futuro dell'aeroporto e lamentano che "dopo mesi di annunci, incontri, trattative, tira e molla, non c’è nessuna notizia certa e ufficiale per quanto riguarda il rinnovo del contratto con Ryanair e, in particolare, sulla programmazione relativa alla primavera estate 2014. Da Airgest, che pure ha ricevuto il sostegno degli operatori e si appresta a incassare quello finanziario delle amministrazioni comunali della provincia nell'azione di co-marketing con Ryanair, nessuna risposta. La questione più urgente, secondo gli esponenti di "Turismo e Territorio", riguarda la programmazione dei voli da e per Birgi dal mese di aprile a quello di novembre prossimi. "Pur confidando nella flessibilità operativa di Ryanair - si legge nella nota diffusa alla stampa - e ammettendo che possa aver accettato di attendere gli sviluppi della telenovela locale di certo non può attendere all’infinito le schermaglie della politica trapanese".  Gli operatori temono che la compagnia irlandese abbia già operato consistenti tagli alla base di Trapani. Attualmente, infatti, i voli acquistabili sul sito Ryanair.com per la stagione "summer" sono otto in meno rispetto allo stesso periodo del 2013, di cui solo una italiana (Genova) e ben 7 estere. "Se tale scenario fosse confermato – afferma il movimento - le previsioni per il prossimo anno sarebbero catastrofiche. Venendo a mancare collegamenti strategici come Londra e Stoccolma e altre mete considerate fondamentali per la loro capacità di veicolare un gran numero di turisti come Amburgo, Billlund, Lipsia, Reszow, Valencia si determinerebbe un netto calo di presenze e arrivi, con una riduzione del flusso turistico in ingresso quantificabile nel 40% circa.  "Chiediamo - concludono gli esponenti di "Turismo e Territorio" - di essere immediatamente informati circa gli scenari accennati. Non possiamo permetterci di rimanere in questo stato di incertezza. Non possiamo permetterci di non sapere come e quanto investire per il prossimo anno e che tipo di livelli occupazionali garantire. L’Airgest ci fornisca le informazioni che chiediamo".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie