Trapani Oggi

Un morto nell'incendio di un campo migranti abusivo [VIDEO] - Trapani Oggi

Campobello di Mazara | Cronaca

Un morto nell'incendio di un campo migranti abusivo [VIDEO]

30 Settembre 2021 08:26, di Redazione
visite 837

La struttura, abbandonata, da anni era gestita da migranti

In queste ore è stata lanciata una raccolta immediata di beni di prima necessità, sacchi a pelo, vestiti, a Fontane D’oro a Campobello di Mazara.Viene chiesto un sostegno economico per sostenere le spese di emergenza per chi ha perso tutto. Viene chiestol’impegno immediato della prefettura per permettere l’accesso alle case! Mai più ghetti- Vogliamo le case SOSTIENI I BRACCIANTI DI CAMPOBELLO DI MAZARA- Gofundme: https://gofund.me/fd127a0b- Donazione diretta:

Fuorimercato Iban: IT79D 0838633 910000000470387 Banca credito cooperativo di Binasco, filiale di Trezzano s/N Causale: SOS BRACCIANTI DI CAMPOBELLO DI MAZARA

___________________________________________________________________________

Un uomo di origini sub sahariane è morto pare a causa di un incendio divampato  in contrada Bresciana Soprana, all’interno dell’ex Cementificio Cascio,  a cavallo tra i comuni di  Castelvetrano e Campobello di Mazara. 
La struttura, un' area di circa 3000 q, abbandonata da anni, era diventato una sorta di centro accoglienza dove si riversavano   i tanti migranti ( ne accoglieva ben 350) che trovano lavoro nella raccolta delle olive a Campobello di Mazara che qui hanno realizzato alloggi di fortuna con tende,  cartone, eternit e legno. L’incendio, sulla cui cause si sta indagando, anche se da primi accertamenti sembra sia accidentale, ha distrutto le precarie strutture di accoglienza.

Gli occupanti si sono messi in salvo nelle strade limitrofe prima che le fiamme, per il cui spegnimento è occorso tanto tempo e diverse squadre di vigili del fuoco,  impedissero loro la fuga.

Alla fine il ritrovamento del cadavere del sub sahariano che, presumibilmente, non avrebbe fatto in tempo a mettersi in salvo.

Il fuoco ha anche  danneggiato alcuni magazzini limitrofi all’ex Calcestruzzi,  da tempo  abbandonati.

La struttura  è chiusa da undici anni e il  proprietario avrebbe  più volte denunciato alle forze dell’ordine la forzatura dei cancelli e la conseguente violazione di proprietà privata.

Ma il campo di immigrati è rimasto al suo posto, gestito dagli occupanti che vi avevano anche realizzato strutture al servizio dei residenti.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie