Trapani Oggi

Una bimba ucraina festeggia cinque anni via dalla paura della guerra. - Trapani Oggi

Palermo | Cronaca

Una bimba ucraina festeggia cinque anni via dalla paura della guerra.

20 Marzo 2022 09:13, di Francesco Graziano
visite 336

Grazie all'associazione medullolesi spinali.

Sotto le bombe che hanno distrutto la loro città Leopoli hanno lasciato i loro mariti, figli maggiorenni e padri. Non si poteva più  vivere in mezzo ad un inferno, ieri però l'angoscia, la paura e la tristezza hanno lasciato il posto alla gioia per il compleanno della piccola Daria che ha compiuto cinque anni. Due mamme ucraine, Yuliia e Irina, insieme ai loro figli sono scappati da questa guerra orribile che va avanti da più di tre settimane trovando sostegno dall'associazione medullolesi spinali.

In questo modo i volontari che animano l'associazione hanno fatto sì che la piccola potesse festeggiare il suo quinto compleanno. Yuliia è mamma di un bambino di 11 anni e sta combattendo contro una brutta malattia, è stata visitata e presa in carico dai professionisti dell'ospedale Civico. Ha detto: " Sono riuscita a portare via il mio figlio più piccolo per salvargli la vita mentre mio marito, il mio primogenito e i miei genitori sono rimasti a Leopoli".

Irina è la mamma di Yan ,il fratellino di Daria, ha 37 anni e non ha più una casa e questo la rende spaventata e stanca. " Mio marito e la mia famiglia sono rimasti a Leopoli. Nei giorni scorsi quando l'aeroporto di Leopoli è stato bombardato abbiamo avuto paura e ho temuto il peggio".

I volontari dell'associazione medullolesi spinali hanno donato una mattinata di serenità alla piccola festeggiata riempiendola di regali, canti e abbracci. Intanto continua la raccolta di solidarietà in via Giovanni Battista Di Blasi ( dove ha sede l'associazione). In Ucraina sono arrivati cinque tir carichi di merce grazie alla solidarietà dei privati.

Giovanni Rotino, presidente dell'associazione medullolesi spinali ha raccontato: " Dovrebbero partire altri cinque tir per l'Ucraina ma non abbiamo i soldi necessari per sostenere le spese del viaggio. Proprio per questo abbiamo cominciato una raccolta di fondi. Le istituzioni avevano detto che ci avrebbero dato una mano ma stiamo ancora attendendo, vediamo cosa succederà nei prossimi giorni.

Per poter sostenere le iniziative che l'associazione sta tentando di portare faticosamente avanti a favore del popolo ucraino basta effettuare un bonifico che può direttamente essere chiesto scrivendo all'associazione.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie