Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 15 Dicembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Valderice, il sindaco Iovino: «Nuove soluzione per garantire il diritto all'istruzione». - Trapani Oggi

0 Commenti

4

1

0

0

0

Testo

Stampa

Politica
Trapani

Valderice, il sindaco Iovino: «Nuove soluzione per garantire il diritto all'istruzione».

14 Settembre 2012 11:42, di Niki
Valderice, il sindaco Iovino: «Nuove soluzione per garantire il diritto all'istruzione».
Politica
visite 193

Valderice, 14 settembre 2012 – Le procedure di revisione della spesa pubblica (spending review), su indirizzo del Governo Nazionale avviate a tutti i livelli amministrativi, stanno mettendo a dura prova il Comune di Valderice e la sua popolazione. Dopo l'annunciata chiusura degli uffici postali Crocevia, Chiesanuova, e Fico l'Amministrazione Iovino ha dovuto fare i conti anche con la chiusura dei plessi scolastici di Bonagia e Chiesanuova, la conseguente riapertura della scuola di Fico e relative necessità di adeguamento alle norme della sicurezza dei plessi utilizzati. In particolare i problemi di messa in sicurezza riguardano la realizzazione dell'impianto antincendio del plesso Falcone: la Giunta ha già approvato il progetto trasmesso dalla scuola e si è dato il via alla pubblicazione del bando di gara. I soldi perverranno in parte dal bilancio comunale ed in parte da finanziamento regionale. «In presenza della pubblicazione del bando e della aggiudicazione della gara - spiega il sindaco Camillo Iovino -, la legge consente il totale utilizzo del plesso. Inoltre, sempre presso la Falcone l'ascensore, fermo da tempo per ragioni di sicurezza, sarà attivato dall'1 di Ottobre». I lavori nel plesso di Crocevie sono completati, manca solo  la sistemazione del giardino, ed è stato collaudato e definito anche il plesso di Fico. Terminati anche i lavori propedeutici al collaudo degli impianti antincendio delle scuole dell'infanzia Simone Catalano e Primavera. Sul piano del raccordo amministrativo è una circostanza tutta nuova anche il recente unico Istituto Comperensivo, con circa 1100 alunni diretto da Preside Francesco Navarra. «In sintonia con le direttive della scuola - continua il sindaco Iovino -, la chiusura dei plessi scolastici nelle frazioni comporterà il potenziamento del servizio di scuolabus che servirà circa 450 alunni per 12 frazioni con 4 pulman e 6 assistenti. Sono previsti tragitti più complessi in quanto i mezzi dovranno raggiungere molti più studenti, e si dovranno comunque rispettare i tempi di ingresso nelle scuole, pertanto si dovranno prevedere percorsi scuolabus agevoli e un numero di fermate ridotto creando, in alcune zone, i “Centri di raccolta studenti”. Per I ragazzi disabili con difficoltà di deambulazione è stato previsto un servizio di trasporto a parte. L'acquisto dei nuovi pullman è previsto con l'approvazione del bilancio e la contrazione di un piccolo mutuo». Nessun cambiamento invece per la mensa che riguarderà circa 250 alunni a tempo pieno: dati gli ottimi risultati ottenuti in questi anni sarà gestita in house, con il personale già in servizio, e servirà cibi freschi. I genitori, come hanno già fatto nei giorni scorsi, potranno rivolgersi alla dott.ssa Laura Bondi dirigente responsabile comunale del settore che rimane a disposizione per qualunque chiarimento o imprevisto che possa interessare ciascun alunno (tel. 0923 892085/81/80). «Tutte le iniziative - conclude Iovino - sono state intraprese in assoluta sinergia tra il nostro ufficio scolastico e la scuola ed in collaborazione con I genitori, Lunedì verificheremo che tutto si svolga regolarmente senza intoppi pronti ad intervenire in caso di disservizi, sempre possibili in caso di start -up. Sono molto soddisfatto del lavoro svolto dal personale comunale e della scuola e per l'impegno nel risolvere ogni singolo problema. Il possibile l'abbiamo fatto. Mi verrebbe da aggiungere che per i miracoli ci stiamo attrezzando... e sono sicuro che saremo chiamati a farli».

© Riproduzione riservata

Commenti
Valderice, il sindaco Iovino: «Nuove soluzione per garantire il diritto all'istruzione».
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie