Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 17 Giugno 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Valderice, Mozione sfiducia: interviene Parrinello - Trapani Oggi

0 Commenti

4

16

0

0

0

Testo

Stampa

Trapani

Valderice, Mozione sfiducia: interviene Parrinello

07 Dicembre 2011 20:00, di Niki Mazara
Valderice, Mozione sfiducia: interviene Parrinello
visite 424

Valderice, 7 dicembre 2011. In merito alla presentazione della mozione di sfiducia al sindaco Camillo Iovino, il coordinatore comune de “ I popolari per Valderice, Giuseppe Parrinello, ha emesso una nota in cui ricorda come alle elezioni amministrative del 2008 avevano sostenuto il Sindaco Camillo Iovino “intestandoci una battaglia per il cambiamento rispetto alla paralisi che aveva caratterizzato l’attività amministrativa del comune di Valderice.Lo scenario che si presentava era il seguente: un bilancio con poche risorse finanziarie assorbito dalla spesa corrente, circa 130 precari che speravano nella stabilizzazione, le aree artigianali e industriali non urbanizzate ed assegnarle con la logica dello spezzatino nella speranza che gli artigiani e gli imprenditori provvedessero ad urbanizzarle a proprie spese, il porto di Bonagia rimasto sulla carta, scuole e impianti sportivi non a norma di legge e con carenze strutturali, Bonagia e parte del territorio comunale senza fognature. Rispetto a questo scenario deprimente, superata la fase di rodaggio, abbiamo chiesto a gran voce di programmare e concertare le azioni per individuare gli strumenti idonei a dare risposte alla cittadinanza. Non condividendo il metodo e l’impostazione del Sindaco Iovino, i nostri assessori, Martinico e Navetta, hanno lasciato l’amministrazione. Da quel momento- continua Parrinello-  abbiamo assunto un ruolo critico in consiglio comunale, emendando talvolta il bilancio allo scopo di renderlo più aderente alla realtà, e votando favorevolmente solo gli atti utili al paese. Riteniamo che complessivamente l’azione amministrativa del Sindaco Iovino sia stata insufficiente rispetto alle nostre attese e rispetto ai gravi problemi che attanagliano Valderice. Se poi la mancanza di risorse finanziarie e il rischio di sforare il patto di stabilità, assieme alla mancata realizzazione di quelle opere che 10 anni fa dovevano costituire volano di sviluppo per la nostra Valderice, rappresentano motivi per chiedere la sfiducia al Sindaco, allora potevamo pensarci già la scorsa legislatura. Riteniamo che la democrazia sia rispetto delle regole: nel 2008 Iovino è stato eletto Sindaco dai cittadini di Valderice ed ha il diritto di completare il suo mandato. Per quanto mi riguarda – conclude Giuseppe Parrinello- continuerò a svolgere il mio lavoro di Consigliere Comunale consapevole di non dovermi distinguere da alcuno, impegnandomi a servire la collettività e sapendo di dover rispondere solo al corpo elettorale”.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings