Trapani Oggi

Vicenda Megaservice: audizione in Commissione Cultura e Lavoro all'Ars - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Vicenda Megaservice: audizione in Commissione Cultura e Lavoro all'Ars

10 Febbraio 2014 08:43, di Ornella Fulco
visite 459

Immagine di repertorio Si terrà mercoledì prossimo alle 12,30, a Palermo, l’audizione in Commissione Cultura e Lavoro dell'Ars sulle problematiche d...

[caption id="attachment_29289" align="alignleft" width="200"] Immagine di repertorio[/caption] Si terrà mercoledì prossimo alle 12,30, a Palermo, l’audizione in Commissione Cultura e Lavoro dell'Ars sulle problematiche dei lavoratori della Megaservice, società partecipata al cento per cento dalla Provincia regionale di Trapani e posta in liquidazione un'anno fa, che - in 66 - sono rimasti senza stipendi e senza prospettive di lavoro. L’audizione è stata richiesta dai parlamentari del PdS/Mpa, Giovanni Lo Sciuto e Giovanni Greco, entrambi componenti della Commissione. Alla riunione è previsto che intervengano, tra gli altri, l’assessore regionale alle Autonomie locali, Patrizia Valenti, il Commissario straordinario della Provincia di Trapani,Darco Pellos, e i commissari liquidatori della Megaservice, Pietro Bruno e Giuseppe Mazzeo. L'intento dell'incontro è di individuare un percorso normativo che consenta, all’interno del testo di legge che ridisegnerà le competenze dei Liberi consorzi dei Comuni, destinati a prendere il posto delle dissolte Province regionali, di tutelare il futuro dei lavoratori della Megaservice ma anche quello delle altre otto società partecipate delle Province siciliane. Secondo l'onorevole Lo Sciuto, il fatto che le partecipate siano state al cento per cento a capitale pubblico potrebbe "tornare utile per la soluzione finale che potrebbe essere identica a quella che ha permesso alle partecipate regionali di garantire continuità lavorativa e certezza per il futuro ai lavoratori, inseriti in un unico ente pubblico su base regionale". La proposta delgruppo parlamentare PdS/Mpa è quella di "costituire una società regionale che utilizzi lavoratori delle società partecipate delle Province in continuità con le professionalità acquisite ed espresse durante la gestione delle attività affidate precedentemente dalle Province”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie