Trapani Oggi

Agricoltura, ok dalla giunta a richiesta di calamità per le province di Trapani, Palermo e Agrigento - Trapani Oggi

Calatafimi | Politica

Agricoltura, ok dalla giunta a richiesta di calamità per le province di Trapani, Palermo e Agrigento

09 Dicembre 2022 11:07, di Redazione
visite 1503

Schifani e Sammartino: «Urgente sostenere le imprese»

Via libera dalla giunta regionale alla proposta dell'assessore all'Agricoltura Luca Sammartino, di richiesta di calamità naturale per i danni causati dal maltempo che ha colpito tra fine settembre e metà ottobre i territori della province di Traani, Palermo e Agrigento e che ha messo in ginocchio diverse aziende agricole. 

In provincia di Trapani si sono verificati danni alle strutture e alle colture come vigneti, oliveti, agrumeti, frutteti, seminativi e piante ornamentali. I comuni interessati sono Alcamo, Calatafimi Segesta, Campobello di Mazara, Castelvetrano, Custonaci, Marsala, Mazara del Vallo, Misiliscemi, Paceco, Partanna, Petrosino, Salaparuta, Salemi, Santa Ninfa, Trapani e Valderice. In queste aree i danni stimati ammontano a oltre 22 milioni di euro in totale: quasi 13 milioni delle produzioni (pari al 53% del valore) e oltre 9 milioni delle strutture (pari al 38% del valore).

In provincia di Palermo, il Comune più colpito è stato quello di Contessa Entellina, sul quale si è abbattuta una tromba d'aria il 30 settembre. In quella zona si sono registrati danni alle strutture viarie agricole, come strade interpoderali e stradelle poderali, ad alcuni impianti arborei come oliveti e vigneti, a fabbricati e magazzini rurali. Si sono verificati anche fenomeni di erosione del suolo. I danni sono stati quantificati in 325 mila euro alle strutture e 268 mila euro alla produzione (pari a circa il 36% del valore). 

Richiesta la dichiarazione di calamità naturale anche per la provincia di Agrigento dove la tromba d'aria del 30 settembre si è abbattuta anche su Santa Margherita Belice, oltre alla pioggia che ha provocato danni a strutture viarie, impianti arborei (oliveti e ficodindieti), fabbricati e magazzini rurali anche a Menfi, Montevago e Sambuca di Sicilia. Le stime sono intorno a 546 mila euro di danni alle strutture (oltre il 42% del valore) e 748 mila euro alle produzioni (circa il 58% del valore).  

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie