Trapani Oggi

Calatafimi ricorda il 162° anniversario della Battaglia di Pianto Romano - Trapani Oggi

Calatafimi | Attualità

Calatafimi ricorda il 162° anniversario della Battaglia di Pianto Romano

15 Maggio 2022 07:38, di Redazione
visite 1089

Per le vie della città la Fanfara del 6° Bersaglieri

Anche Calatafimi non dimentica le giornate garibaldine. Oggi 162 anniversario della battaglia di Pianto Romano la città celebra questa giornata con la presenza della Fanfara del 6° Bersaglieri per le vie della città e poi una tavola rotonda a Pianto Romano.

La cerimonia, organizzata dal Comune e dall’ Associazione “Pianto Romano/Segesta nel sogno”, si apre alle 9,45 al sacrario di Pianto Romano, con la Deposizione di corone di alloro e i saluti del Sindaco di Calatafimi Segesta Francesco Gruppuso. A seguire un’esibizione della Fanfara del 6°Bersaglieri di Trapani.

Il monumento si trova nella sommitĂ  dell'altura che fu teatro della battaglia tra i Mille del Generale Giuseppe Garibaldi e i Borboni del Generale Landi. Sorge a qualche chilometro dal centro abitato di Calatafimi e ha la forma di un obelisco. Contiene un ossario dove sono custodite le spoglie dei caduti, garibaldini, picciotti e borbonici, e altri cimeli.

Dopo la Celebrazione liturgica della parola, in programma una tavola rotonda, organizzata con il S.M. Ordine Costantiniano di San Giorgio e Zonta Club di Palermo Triscele, sul tema: “Un Risorgimento riconciliato”. Sono previsti gli interventi del prof. Manlio Corselli, del dott. Antonio Di Janni (Vicario del S.M. O. Costantiniano di San Giorgio e della dott.ssa Caterina Di Chiara (Presidente Zonta Club di Palermo Triscele ). Modererà l’ Assessore ai BB.CC. dott.ssa Gilda Enza Tobia.

La Battaglia con le parole del Generale Giuseppe Garibaldi...

"Calatafimi! Se io, soldato di cento battaglie, in punto di morte sorriderò per l’ultima volta, sarà per orgoglio, perché ti ricorderò. Non rammento, infatti, battaglia più gloriosa! Come potrò dimenticare quel gruppo di giovani che, per paura che venissi ferito, mi circondavano facendo scudo col proprio corpo? Se scrivendo mi commuovo ne ho ben donde! Non è forse mio dovere ricordare all’Italia i nomi di quei valorosi caduti? Montanari, Schiaffino, Sartorio, Nullo, Vigo, Tuckery, Tadei, e i tanti che purtroppo non ricordo.....(Giuseppe Garibaldi)....

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie