Trapani Oggi

Castelvetrano dice no a Calcara - Trapani Oggi

Senza categoria

Castelvetrano dice no a Calcara

19 Gennaio 2011 23:14, di Niki Mazzara
visite 482

Castelvetrano - 20 gennaio 2011 -  Sono passati quasi venti danni da quando il pentito Vincenzo Calcara aveva lasciato Castelvetrano. Oggi è tornato n...

Castelvetrano - 20 gennaio 2011 -  Sono passati quasi venti danni da quando il pentito Vincenzo Calcara aveva lasciato Castelvetrano. Oggi è tornato nella sua città, la stessa del latitante Matteo Messina Denaro, in occasione dell'anniversario della nascita di Paolo Borsellino, per partecipare a un'iniziativa con il procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia. Un ritorno che ha generato parecchie polemiche in città, a cominciare dalla decisione del preside Francesco Fiordaliso che non ha partecipato all'incontro inviando comunque una nota in cui contestava la presenza del pentito, soggetto che  "non ha nulla da insegnare ai nostri giovani. Il presunto dottore in criminologia e malaffare ha tutte le caratteristiche di un mistificatore". Attacco a Calcara anche dall'ex sindaco di Castelvetrano Antonio Vaccarino ( indicato come "Svetonio" nella corrispondenza di Messina Denaro), che ha inoltrato una denuncia contro il pentito aggiungendo  "è un'offesa per tutti far fare il docente della legalità a un assassino. Sono commosso per il rifiuto dei giovani a incontrarlo". Di fatto, scarsa la partecipazione di persone all'incontro, con Ingroia che ha assunto le difese del pentito sottolineando come "i collaboratori di giustizia sono cittadini riconquistati alla legalità. Questa è anche la città del latitante Matteo Messina Denaro che in passato, e presumibilmente ancora, gode di ampie coperture in vari ambienti anche istituzionali o para istituzionali, ma prima o poi sarà catturato pure lui così come altri latitanti". Lo stesso Procuratore di Palermo ha visto nella scarsa presenza di gente "un segnale molto grave" visto che arriva "nella città di Matteo Messina Denaro, il quale ne rimarrà certamente contento. L'assenza di giovani è un'offesa pure nei miei confronti. Calcara ha avuto valutazioni non sempre convergenti da parte dei magistrati, ma oggi non gli si doveva fare il processo".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie