Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 17 Luglio 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Coppa America, dalla Sicilia parte la sfida ai campioni della Nuova Zelanda - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

barraco
Sport

Coppa America, dalla Sicilia parte la sfida ai campioni della Nuova Zelanda

28 Giugno 2019 16:49, di Redazione
Coppa America, dalla Sicilia parte la sfida ai campioni della Nuova Zelanda
Sport
visite 1226

La sfida all’Emirates Team New Zealand è stata lanciata. Da Palermo, quartier generale del Circolo della Vela Sicilia, il team Luna Rossa – sfidante e Challenger of Record della 36esima Coppa America – ha fatto sentire forte la sua voce in vista dell’atteso appuntamento velistico che si svolgerà ad Auckland, in Nuova Zelanda tra due anni.La gara vera e propria si terrà dal 6 al 21 marzo 2021. Prima però, le imbarcazioni che si iscriveranno alla competizione come “sfidanti” scenderanno sul campo di regata per le qualificazioni già il prossimo autunno per l’appuntamento di Cagliari dell’America's Cup World Series. Si proseguirà poi l’anno prossimo con la Regata di Natale 2020 di Auckland e, a gennaio 2021, con la Prada Cup, preludio della 36esima edizione della Coppa America.
Tra i consorzi protagonisti della competizione, oltre al Defender Team New Zealand e al Challenger of Record, il Team Luna Rossa, troveremo anche gli statunitensi di American Magic e Stars and Stripes, i britannici di Ineos Team UK e gli olandesi di DutchSail.
In vista del varo ufficiale della nuova imbarcazione, previsto per questa estate, i personaggi più rappresentativi del circolo e della squadra hanno scelto il borgo marinaro di Mondello per annunciare i prossimi impegni di Luna Rossa, dando così il via ad una fantastica esperienza che culminerà con le regate nel mare neozelandese.
Ancora una volta, una tra le più importanti firme dello sport internazionale ha scelto la Sicilia a conferma del rinascimento culturale che l’isola sta vivendo in questi anni. Lo sport della vela da queste parti ha sempre riscosso enorme successo. Con la primavera e l’estate, sono davvero tanti gli appuntamenti che richiamano nelle più belle località marine di Trapani e Palermo decine di amatori e professionisti di questa disciplina.
Sale, dunque, la febbre in vista delle dirette notturne che terranno incollati agli schermi televisivi migliaia di italiani, appassionati e non, con le regate del 2021. La location che ospiterà la prossima America’s Cup sarà la città di Auckland, tra i territori più suggestivi della Nuova Zelanda, già meta di importanti competizioni sportive ormai da diversi anni.
Sono acque difficili e già note ai grandi velisti quelle del Golfo di Hauraki. Qui il circus della Coppa America ha fatto già tappa nel 2000 (con la vittoria di Team New Zealand contro Prada Challenge Luna Rossa) e nel 2003 (con il successo degli svizzeri di Alinghi sui neozelandesi).
Il campo di regata si estende lungo le spiagge della North Shore fino a North Head, abbracciando la baia di Waitemata, più interna e protetta, fino al ponte del porto di Auckland da cui si staglia il famoso skyline del distretto finanziario-economico del centro cittadino.
Queste due braccia di terra - a formare l’area del golfo - che affondano nel mare davanti alla città di Auckland rendono il percorso di gara unico, grazie anche ad una varietà di direzioni e condizioni del vento. Anche per questo, Auckland è considerata la città della vela, poiché rinomata tra gli addetti ai lavori per le sue condizioni meteo e di vento.
Non solo. Anche la geografia circostante il golfo permetterà ai tanti che vorranno assistere alle regate sul posto di sistemarsi sulle tante colline che diventano dei perfetti punti di osservazione a terra delle varie battaglie in mare. Insomma, il posto ideale per il pubblico che avrà l’opportunità di carpire letteralmente cosa si diranno a bordo degli AC75 in gara, come se fossero in acqua.
Per non sfigurare, il consorzio che varerà in acqua l’imbarcazione del Team Luna Rossa si è mosso per tempo, mettendo sotto contratto i migliori skipper, tattici e velisti a disposizione tra cui Max Sirena (che sarà il team director del consorzio) e James Spithill: quest'ultimo, ha già conquistato l'America's Cup al timone di BMW Oracle (nell'edizione del 2013), perdendo tra l'altro due anni fa contro il Team New Zealand.
Faranno parte del gruppo anche gli esperti Gilberto Nobili, Francesco Bruni e Vasco Vascotto, ovvero il gotha della vela mondiale, pronti a tuffarsi nella battaglia per coronare il sogno di una intera nazione e scrivere così nuove pagine di storia nella prossima edizione dell’America’s Cup.

© Riproduzione riservata

Commenti
Coppa America, dalla Sicilia parte la sfida ai campioni della Nuova Zelanda
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie