Trapani Oggi

Diventa un "caso" l'ordinanza del sindaco sulle estumulazioni - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Diventa un "caso" l'ordinanza del sindaco sulle estumulazioni

00 0000 00:00, di
visite 1377

Brillante, chiede l'intervento della Procura, Garuccio sollecita la revoca del provvedimento

Il caso estumulazioni, a Trapani, scalda la campagna elettorale. L'ordinanza emessa dal sindaco Giacomo Tranchida, oltre a creare malumore tra i cittadini, ha anche scatenato la dura presa di posizione dei suoi antagonisti Francesco Brillante e Anna Garuccio. Entrambi aspirano alla poltrona più prestigiosa di Palazzo d'Alì.  Brillante ha chiesto l' intervento della Procura e dalla Corte dei conti. Anna Garuccio, invece, sollecità la revoca del provvedimento.

“Il sindaco uscente Tranchida – dice Brillante -sembrasi sia“improvvisamente” reso conto dello stato di emergenza persistente al cimitero dove giacciono ammassate 150 bare. Una situazione che si perpetua da mesi,se non anni.Ribadisco: l’estumulazione straordinaria, ancorché fosse regolare.viola il patto etico con quei cittadini trapanesi che per convinzione religiosa, per cultura, per tradizione hanno stretto più di cent’anni fa con l’amministrazione della città. Infine aprire a nuove sepolture anche la parte monumentale del cimitero, cancellare le tombe e le lapidi più antiche, significa rimuovere anche un pezzo di storia della città».

Per Anna Garuccio: “Non si può far pagare ai trapanesi le colpe dell’inefficienza  e della superficialità con cui è stato affrontato negli anni il problema cimiteriale.
Tantomeno la soluzione al malcontento dei cittadini scaturito a seguito dell’ordinanza può essere affrontato- conclude -  con un approccio di tipo elitario che vorrebbe adesso salvaguardare le tombe di coloro che portano un cognome illustre”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie